Cade un frammento del Colosseo. La direttrice: “Nessun allarme”

Nel giorno della sua apertura gratuita, un pezzo di tufo del Colosseo, si è staccato ed è caduto. Per fortuna nessuno è rimasto ferito. "Nessun allarme. E'stato solo un piccolo frammento" ha commentato la direttrice dell'Anfiteatro Flavio, Rossella Rea.

di Simona Vitale 26 Dicembre 2011 11:53

Per fortuna priva di conseguenza è stata la caduta di un frammento di tufo dei prospetti esterni del Colosseo, uno dei più celebri monumenti italiani e del Mondo. L’allarme, in qualche modo, è stato attutito dalla festa e dall’apertura gratuita dell’Anfiteatro Flavio ai turisti nel giorno di Natale. La caduta, che non ha provocato feriti, è stata segnalata dagli stessi turisti che hanno allertato i vigili urbani. La direttrice del Colosseo, Rossella Rea, è subito intervenuta per minimizzare l’accaduto, spiegando che si è trattato solo di un piccolo pezzo, staccatosi, probabilmente, a causa di un piccione. In ogni caso la zona è stata transennata a titolo precauzionale. La caduta è avvenuta intorno alle 12:30, come spiegato dalla stessa direttrice: “È stata la caduta di un piccolo frammento di tufo dal prospetto esterno del monumento, quello sul quale a marzo 2012 saranno posti i ponteggi per i restauri finanziati da Diego Della Valle”. L’imprenditore pagherà ben 26 milioni di euro, in cambio dei diritti d’immagine sul monumento.

Non è la prima volta che pezzi dell’Anfiteatro Flavio si staccano. Già nel maggio del 2010, circa mezzo metro quadrato di pietra cadde, finendo nella rete di protezione. Così come nel mese scorso, l’allora sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro aveva, in un certo senso, lanciato l’allarme: “Il Colosseo ha circa 3 mila lesioni e uno stato fessurativo abbastanza diffuso ma non allarmante, su cui stiamo monitorando con le fibre ottiche applicate in quattro dorsali e su cui si interverrà durante il restauro”.

Il Colosseo, poco dopo mezzogiorno, era stracolmo di turisti, ma dell’incidente, praticamente, se ne sono accorti in pochissimi. Il successo dell’apertura gratuita, aiutato anche dal clima gradevole, è stato ben superiore rispetto a quello di due anni fa, quando, come riferito dalla stessa direttrice Rossella Rea, 4000 presenze erano state contate solo al mattino. In più quest’anno è stata aperta anche la Terrazza del Terzo Ordine con visite guidate e un attore che descriveva come si svolgevano i giochi tra gladiatori.

Commenti