Buste sospette alla Borsa ed Equitalia: scatta l’allarme antrace

Due buste sospette sono state recapitate giovedì mattina a Milano presso la sede della Borsa a Piazza Affari e, qualche ora dopo, presso la sede di Equitalia n Via San Gregorio. Le missive contenevano polvere bianca. Alcune persone sono state portate in ospedale per gli opportuni controlli del caso, poichè i vigili del fuoco non escludono che la polvere contenuta nelle buste potesse contenere tracce di antrace.

di Simona Vitale 22 Dicembre 2011 12:56

Due buste sospette contenente polvere bianca sono state recapitate giovedì mattina a Milano. Potrebbe trattarsi, semplicemente, di farina, ma anche, nel peggiore dei casi, di antrace. La prima busta è stata recapitata verso le 8:30 a Piazza Affari, presso la sede della Borsa, la seconda, un paio d’ore dopo, presso gli uffici di Equitalia, in Via San Gregorio. Vigili del fuoco e Polizia Scientifica sono intervenuti in entrambi i casi per gli opportuni controlli. Tuttavia, non è stata necessaria l’evacuazione degli edifici.

Due sono stati i mezzi dei vigili del fuoco intervenuti a Piazza Affari. Quattro sono stati gli impiegati della Borsa portati con l’ambulanza in ospedale per i normali controlli del caso. Anche altre quattro persone saranno controllate a breve dai medici. Idem per altre 4-5 persone che si trovavano negli uffici di Equitalia  e che sono state, più o meno, a contatto con la missiva sospetta. In Via San Gregorio, vigili del fuoco e personale del 118 stanno compiendo ulteriori rilievi. Già due sedi romane di Equitalia erano state colpite: il 9 dicembre scorso un pacco bomba recapitato nella sede romana di via Andrea Millenovi aveva ferito Marco Cuccagna, responsabile dell’ufficio, così come lo scorso 15 dicembre un’altra busta sospetta era stata recapitata nella sede di Equitalia del LungoTevere Flaminio, disinnescata però in tempo.

Commenti