Razzismo sul web. Arresti e perquisizioni in tutta Italia

Quattro le ordinanze di custodia cautelare e 17 le perquisizioni nell'ambito di un'indagine per il contrasto di forme di incitamento all'antisemitismo.

di Daniela Santoni 16 novembre 2012 15:27
Materiale d'incitamento odio razziale sequestrato dalla Digos

Sono quattro le ordinanze di custodia cautelare in carcere e 17 le perquisizioni eseguite dalla Digos di Roma e dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, coordinati del Pool Antiterrorismo della Procura della Repubblica di Roma, diretto dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo, nell’ambito di un’indagine per il contrasto di forme di incitamento all’odio razziale e all’antisemitismo, realizzate sulla rete internet. In particolare i provvedimenti sono stati emessi nell’ambito di un procedimento penale istruito per aver costituito un’associazione dedita alla diffusione di idee fondate sulla superiorità della razza bianca, all’odio razziale ed etnico, veicolate attraverso la rete internet e, in particolare, utilizzando la sezione in lingua italiana del forum Stormfront.org che, con provvedimento richiesto dal pubblico ministero Luca Tescaroli, ed emesso dal gip Stefano Aprile, è in via di oscuramento.

Un uomo di 39 anni di Pont-Saint-Martin è indagato per la violazione della Legge Mancino volta a contrastare le forme di incitamento all’odio razziale e all’antisemitismo realizzate sulla rete internet. Stamane la sua abitazione è stata perquisita dalla Digos della Questura di Aosta e dalla Polizia postale: è stato sequestrato materiale informatico e cartaceo. L’operazione è estesa a tutto il territorio italiano ed è coordinata dal pool antiterrorismo della Procura di Roma.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti