Scossa sismica tra Palermo e Messina, anche la Calabria trema

Tra ieri pomeriggio e questa notte, il sud Italia ha tremato per tre volte: due scosse sono state registrate in Sicilia ed una in Calabria.

di Elena Arrisico 17 Ottobre 2012 10:08

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.3 della scala Richter è stata registrata alle 5:37, nel centro-nord della Sicilia. Secondo quanto reso noto dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), la scossa sismica è stata localizzata tra le province di Palermo e Messina, con epicentro in prossimità di San Mauro Castelverde – in provincia di Palermo – e di Castel di Lucio, Mistretta, Motta d’Affermo, Pettineo, Reitano e Tusa, tutti in provincia di Messina. Al momento, non vi sono notizie di feriti o danni.

Poco prima di questa scossa, l’INGV aveva registrato un altro sisma pari a magnitudo 3.6 della scala Richter, avvenuto in pieno mare di Sicilia, nei pressi di Malta. La popolazione non ha, dunque, avvertito questo sisma.

Ieri pomeriggio, invece – alle ore 17:10 – una forte scossa di terremoto è stata registrata in mare nella costa della Calabria occidentale. Secondo i rilievi effettuati dall’INGV, il sisma è stato di magnitudo 4.6 della scala Richter, ma l’ipocentro è stato individuato a 279 chilometri sotto la terraferma, nel mar Tirreno. La provincia interessata dal sisma è stata quella di Cosenza, dove la scossa è stata avvertita nei comuni di Belvedere Marittimo, Bonifati, Diamante, Grisolia, Sangineto, Santa Maria del Cedro e Scalea. Non vi sono notizie di feriti o danni.

Commenti