Neonata diventa la più giovane al mondo ad aver subìto un’intervento a cuore aperto

Jasmine Carr, a sole 17 ore di vita, è la persona più giovane ad aver mai subìto un intervento a cuore aperto. La neonata è stata operata a causa dell'ipoplasia al ventricolo sinistro. Uscita dal reparto di terapia intensiva, i genitori sperano di portarla a casa ad aprile.

di Simona Vitale 6 febbraio 2012 23:48

Una neonata, a sole 17 ore dalla sua nascita, ha subìto un intervento al cuore diventando così la persona più giovane al mondo aver subìto un operazione a cuore aperto. Vi era solo il 15% delle probabilità che la piccola Jasmine Carr sopravvivesse all’operazione, secondo quanto riferito dai medici. Invece, contro le più rosee previsioni, la piccola è adesso fuori dal reparto di terapia intensiva del Freeman Hospital di Newcastle e i genitori James e Jo sperano di poterla portare a casa nel prossimo mese di aprile. La coppia scoprì che la piccola soffriva di ipoplasia del ventricolo sinistro quando Jo era alla 20esima settimana di gestazione. La malattia non consentiva al cuore di Jasmine di svilupparsi normalmente, a causa principalmente di una diminuzione del numero di cellule, con la conseguenza che l’organo affetto da ipoplasia (in questo caso il cuore) si è sviluppato con dimensioni ridotte rispetto alla normalità. La donna ha partorito Jasmine alla 37esima settimana di gestazione. La piccola pesava circa 2 chili e 300 grammi ed aveva il cuore delle dimensioni di una noce.

“Sapere che un figlio ha poche speranze di sopravvivere è la cosa più angosciante che una madre possa sentire. Le ore di attesa mentre i medici eseguivano l’operazione sono state le peggiori della mia vita” ha dichiarato Jo, 27 anni e madre di altri due bambini. 11 ore di intervento sembravano aver risolto la situazione, ma Jasmine il giorno dopo ha avuto un infarto e ha dovuto passare quasi 3 mesi in terapia intensiva. I medici sembrano ora fiduciosi per un completo recupero della piccola, nonostante lunedì scorso abbia subìto ancora un intervento per allargare un’arteria. Ma anche i suoi genitori confidano di poter finalmente portare la loro piccola a casa nei prossimi mesi, organizzandole una grande festa con amici e parenti. Paddy Walsh, un infermiere specializzato del reparto di chirurgi presso l’ospedale di Newcastle, ha riferito che la squadra del dottor Hasan, che ha operato Jasmine, è una delle migliori in Gran Bretagna. Il più giovane paziente, prima di Jasmine, ad aver subìto un intervento a cuore aperto è stato Rudy Maxwell-Jones, che aveva 36 ore di vita quando è stato operato al Children Hospital di Birmingham nel mese di luglio.

48 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti