Michelle Hunziker confida di aver fatto parte di una setta

Michelle Hunziker si rivela ai microfoni di Massimo Giletti e spiega che uscire dalla morsa di una setta è come smettere di bere. L'antidoto migliore è fare molta prevenzione ed evitare di caderci.

di Vincenzo Avagnale 7 Novembre 2011 15:46

Michelle Hunzicher è una show girl molto amata in Italia, ma la sua fama è molto grande anche oltre le Alpi, nella sua terra natia: la Svizzera. Lei ha partecipato a molti programmi di successo come “Striscia la Notizia” oppure il “Festival di Sanremo”, mentre aveva incominciato la sua carriera come modella ed ha avuto i suoi primi successi con una famosa pubblicità di un intimo. Adesso però rivela una cosa di se che nessuno dei suoi fan si sarebbe mai aspettato: lei ha fatto parte di una setta religiosa.

Lei non si sbilancia e non va troppo nel dettaglia, per cui in realtà non racconta la sua esperienza, ma non se ne vergogna, anzi mette in guardia chi ci ha a che fare e spiega anche perché non ne ha mai parlato.

Non ho nessun problema a parlare di questo, non l’ho mai fatto perché ci sono dei tempi tecnici di metabolizzazione. Sicuramente ho vissuto degli anni molto difficili, ma la cosa bella è che oggi posso dire: ne sono uscita. Cadere in una setta è come essere alcolisti o tossicodipendenti, è stato molto grave e pesante ed uscirne è una vittoria”. Ha detto Michelle ospite nello studio di Massimo Giletti durante l’ultima puntata di “Domenica in” in onda sulla Rai.

Quando mi chiedono cosa si può fare per aiutare le persone che sono cadute in una situazione del genere, purtroppo la cosa che dico io oggi, essendoci passata, è che quando sei dentro devi essere tu a volerne uscire. Il problema è che bisogna fare più prevenzione” perché secondo la star è “quando hai un momento di difficoltà cosa fai? Cerchi Dio, quando tutti noi perdiamo un nostro caro ci facciamo delle domande ed e’ in quel momento che loro si insinuano., capiscono che hai un tallone d’Achille, delle debolezze e delle fragilità, ti dicono ti vogliamo bene”.

Tags: alcool
Commenti