Litigano, lei gli strizza lo scroto e a lui schizza via un testicolo

La donna, sotto effetto di droghe, ha urinato sul sedile dell'auto della polizia.

di Stefania Calabrese 8 giugno 2012 9:36

E’ la notte fra venerdì 1 e sabato 2 giugno: due persone stanno litigando in un appartamento a Shelby, in North Carolina. All’improvviso la donna, 35 anni, di origine afroamericana, diventa violenta e l’uomo, per sfuggire alle percosse, tenta di uscire di casa con l’intenzione di chiamare il 911, ma lei lo afferra per lo scroto e glielo strizza talmente forte da fargli letteralmente schizzar via un testicolo. Questo il racconto della vittima, 59 anni, ai poliziotti che lo hanno raggiunto all’ospedale di Cleveland.
Non è stato chiarito il motivo del gesto, a proposito del quale la vittima, ancora sotto shock, ha raccontato di essersi sentito “stretto come in una morsa”. Alle autorità inoltre l’uomo ha solo accennato al litigio, sostenendo che fra lui e la donna c’era una “sorta di relazione romantica”.
Riguardo le condizioni della vittima, l’ufficiale del Dipartimento di polizia di Shelby M. L. McPherson ha testimoniato nel suo rapporto di aver effettivamente visto la lacerazione e di aver potuto così osservare uno dei testicoli sporgere dal sacchetto scrotale.
L’urologo che ha preso in cura la vittima ha dichiarato che sarebbero bastati alcuni punti e che fortunatamente non erano stati riportati danni a lungo termine.


In seguito la polizia ha rintracciato Joyce Maxine Gregory, colpevole dell’aggressione, la quale si trovava ancora nell’appartamento in cui il fatto è accaduto. I poliziotti hanno così potuto vedere le condizioni della scena del crimine: stando alla loro testimonianza, c’era sangue ovunque, sia sul pavimento del portico, sia all’esterno della casa.
La donna era evidentemente sotto l’effetto di qualche droga, infatti, dopo essere stata arrestata, si è abbassata i pantaloni e ha urinato sul sedile dell’auto della polizia.
La Corte ha stabilito per lei una cauzione di circa 20000 dollari, fissando il processo per il 18 giugno. Joyce Maxine Gregory è accusata di aggressione, gravi lesioni personali e castrazione dolosa.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti