L’esercito USA dà il benvenuto alla prima donna gay

Il colonnello è stato promosso a generale a meno di un anno dall'abolizione del "don't ask, don't tell", che proibiva il coming out ai militari.

di Elena Arrisico 14 Agosto 2012 10:51

Negli USA, l’esercito americano ha dato, ufficialmente e per la prima volta nella storia, il benvenuto alla prima donna gay. Tammy Smith è il primo colonnello gay, donna, ad essere stato promosso a generale di brigata con una cerimonia, tenutasi presso il cimitero nazionale di Arlington, in Virginia. A porle la classica stelletta sull’uniforme è stata proprio la consorte della donna, Tracey Hepner. La coppia si è sposata l’anno scorso, a Washington DC, dopo 9 anni di fidanzamento, secondo quanto reso noto dal Seattle Times.

Il ministro della Difesa, Leon Panetta, ha approfittato dello storico evento per ringraziare, ufficialmente – tramite un video caricato su YouTube – tutti i militari omosessuali, che prestano servizio nell’esercito. La promozione di Tammy Smith arriva a meno di un anno dall’abolizione del famoso “don’t ask, don’t tell“, che vietava ai militari gay di fare coming out e di dichiarare la propria omosessualità, apertamente; chi lo faceva era, automaticamente, cacciato dalle forze armate.

Altri due passi storici, per gli USA, sono stati compiuti recentemente, quando il Pentagono ha celebrato il “Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender Pride Month“, il giugno scorso; mentre, a luglio, tutti i militari gay hanno potuto sfilare, liberamente, in uniforme alla parata del Gay Pride, tenutasi a San Diego, in California.

Commenti