La fine del mondo nel 2012 non ci sarà

Scoperto in Guatemala da un team americano il calendario Maya più antico dove ci sarebbero le prove dell'inesistenza della teoria sulla fine del mondo.

di Enzo Mauri 15 Maggio 2012 11:23

Sulla fine del mondo se ne sono dette di tutti i colori. Secondo una presunta profezia Maya il 2012 dovrebbe essere l’anno del trapasso per il nostro beneamato quanto bistrattato pianeta. Una teoria, abbiamo detto, che ha avuto il merito di far suscitare nuovo interesse dell’opinione pubblica verso questa antica civiltà d’oltreoceano, incentivando gli studi sulla materia e relative missioni nei siti dove si diffuse questa cultura, che proverebbero come la suddetta profezia sia priva di fondamento.

E’ il risultato a cui sono giunti gli archeologi coordinati da William Saturno della Boston University i quali hanno annunciato la loro scoperta sulla rivista Science. Il gruppo di studiosi ha ritrovato il calendario Maya più antico riportato sotto forma di tavole astronomiche dipinte sui muri di un edificio sito in Guatemala nella località di Xultun scoperta nel 1912. Le tavole risalirebbero al nono secolo avanti cristo, sarebbero quindi più antiche del Codice Maya relativo al periodo compreso tra il 1300 e 1500 avanti cristo su cui si basa la profezia della fine del mondo.

Delle iscrizioni rinvenute di recente parla anche l’astronomo americano Anthony Aveni, della Colgate University: “E’ come il contachilometri di una macchina, che si azzera e ricomincia da capo, così il calendario Maya termina e poi ricomincia da capo. I simboli scritti dai Maya riflettono una certa visione del mondo. I Maya predissero che il mondo sarebbe continuato, ossia che, 7.000 anni da oggi, le cose sarebbero andate esattamente come ora”.

Il muro del tempio in questione è descritto come una sorta di lavagna dove venivano annotati calcoli e relative correzioni, le differenze nelle iscrizioni fanno pensare all’elaborazione di numerosi calendari astronomici. Il popolo Maya non contava solo i 365 giorni dell’anno solare, ma anche i 260 giorni del calendario delle cerimonie, i 584 giorni del ciclo del pianeta Venere e i 780 giorni di quello di Marte. A detta degli studiosi quindi la fine del mondo non ci sarà con conseguente sospiro di sollievo dell’umanità intera.

Commenti