Dawn Loggins, dall’abbandono ad Harvard

Andiamo a scoprire come questa giovane ragazza ha potuto riscattarsi da una vita che finora non le aveva riservato certo grandi gioie.

di Simona Vitale 5 Maggio 2012 10:57

Quando si affronta il fatto di essere senza fissa dimora, il bullismo e l’abbandono da parte della propria famiglia, molte persone potrebbero essere tentate di abbandonare la speranza. Ma per 18 anni, Dawn Loggins, che è stata appena accettata alla prestigiosa Harvard University, non è stato così.

“Quando ero più piccola guardavo alla mia famiglia e vedevo l’abbandono, l’abuso di droga, le scelte sbagliate e ho preso dentro di me la decisione che avrei cercato di cambiare le cose per evitare di finire come i miei genitori” ha dichiarato la giovane a  WBTV Loggins. Ma le sue condizioni sono peggiorate dopo che i suoi genitori l’hanno abbandonata e lei è dovuta andare a vivere con la nonna.

“Quando vivevo con mia nonna c’era spazzatura in tutta la casa” ha raccontato la ragazza, che ha poi aggiunto: “Non mi ha mai spiegato quanto fosse importante farsi una doccia, quanto fosse importante prendersi cura di sé, così capitavano volte in cui per mesi non facevo la doccia o indossavo per settimane lo stesso vestito per andare a scuola”.

Frequentemente poi, all’adolescente Dawn mancavano generi di prima necessità per la sua scuola. Qualcosa che il consulente d’orientamento Robyn Putnam della Burns High School per fortuna aveva notato. Il consulente decise così di portare Dawn a comprare dei vestiti, in modo da poterli cambiare più frequentemente.  Secondo quanto riportato da Star Shelby, altri si attivarono per aiutare la ragazza. La scuola le diede dei soldi, e un dentista locale le fornì il suo aiuto, oltre allo spazzolino e al dentifricio. Dopo anni di duro lavoro, di recupero, e a volte anche di lavoro come custode della scuola, il sogno di Dawn è divenuto realtà quando ha aperto la lettera di accettazione da Harvard.

“Gentile Signora Loggins” declamava la lettera, secondo la Gazette Gaston: “Sono lieto di annunciare che la commissione esaminatrice mi ha chiesto di informarla che sarà ammessa alla classe dell’Università di Harvard del 2016 … Noi mandiamo ad una prima indicazione positiva solo per i richiedenti in sospeso”. Non solo hanno accettato la giovane Dawn, ma l’Università le ha poi offerto il suo aiuto finanziario in modo da coprire tasse scolastiche, vitto e alloggio. Secondo la Gazette Gaston, inoltre, la scuola la sta aiutando a trovare un lavoro nel campus.

“Se qualcuno ha un sogno, allora deve mettersi all’opera e realizzarlo. Non ci sono scuse. Dipende solo da noi stessi e da nessun altro” ha dichiarato Dawn Loggins, che finalmente potrà riscattarsi una vita alquanto sfortunata, finora.

Tags: famiglia
Commenti