Condizionatori, sanificazione obbligatoria ogni due anni.

La sanificazione degli impianti di climatizzazione è obbligatoria e prevista dalla legge 81 del 2009. A chi rivolgersi per ottenere un risultato garantito?

di Michele Laganà 14 Maggio 2015 7:00

Con una legge 81 dell’aprile 2009, la sanificazione degli impianti di climatizzazione è diventata obbligatoria. L’operazione, deve essere svolta ogni due anni. Cosa comporta tale operazione? La sanifazione non è altro che una pulizia molto approfondita del proprio impianto di climatizzazione, la pulizia comprende sia gli split che il motore. Non è sufficiente la semplice pulizia dei filtri interni, sono necessarie alcune operazioni che solamente del personale qualificato è in grado di svolgere.

Quindi, sì alla pulizia dei filtri interni, ma anche un controllo alla batteria e sopratutto al gas refrigerante dei condensatori. In particolar modo, quest’ultima operazione la può effettuare solo personale tecnico specializzato e autorizzato ad operare con tali gas. Proprio per questo, è necessario rivolgersi ad una ditta specializzata, anche se i costi non sono altissimi, noi vi consigliamo la S&S Clima.

La S&S Clima, opera sul territorio nazionale da diversi anni, in particolar modo su Roma dove annovera nel suo portfolio diversi clienti istituzionali e non solo. Oltre a svolgere la manutenzione degli impianti di climatizzazione, i professionisti di S&S Clima realizzano impianti su misura per aziende e uffici, oltre a quelli casalinghi. Grazie ad un team collaudato, il preventivo è gratuito e la fattibilità dell’opera sono assicurati.

Collaborazioni con avvocati e commercialisti, vi permetteranno di ottenere tutti i vantaggi economici previsti dalle leggi vigenti. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di visitare il sito www.SSClima.it

Commenti