Bimba di 2 anni muore schiacciata da portavasi di gesso

La piccola si trovava da qualche giorno in casa dei nonni poiché i genitori erano fuori per motivi di lavoro.

di Simona Vitale 29 Agosto 2012 11:02

Autentica tragedia quella accaduta a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, dove una bambina di 2 anni che stava giocando all’ingresso della casa dei suoi nonni è stata colpita e schiacciata da una colonnina in gesso che sorreggeva un vaso di fiori. La piccola è stata colpita alla testa e per lei non c’è stato nulla da fare. La ferita riportata alla testa da Vittoria Dammicco (questo il nome della bambina) si è rivelata troppo profonda e a nulla è servito il tempestivo intervento degli operatori sanitari giunti nell’abitazione dei nonni della piccola in via Salvo d’Acquisto n.8, nella frazione di Marocco di Mogliano. La bambina è morta circa 2 ore dopo il tragico incidente.

In ospedale immediatamente sono giunti i genitori della piccola, Raffaele di 34 anni e Nicoletta di 28, distrutti dal dolore e che da un paio di giorni erano fuori per ragione di lavoro. La piccola, solitamente, quando i genitori lavoravano, rimaneva con una babysitter momentaneamente assente perché in vacanza. Non c’era, dunque, occasione migliore per la piccola di rimanere con a casa dai nonni, genitori di Raffaele, ed essere coccolati da loro nell’assenza dei genitori.

L’occasione si è però trasformata in una tragedia quando la piccola, che stava giocando nei pressi dei gradini dell’ingresso, ha urtato la colonnetta in gesso tirandola verso di sé con il suo peso. Quando nonna Antonia e nonno Angelo si sono voltati, l’hanno vista riversa a terra sono rimasti scioccati dalla visione, ma hanno allertato immediatamente i soccorsi. Nata a Dolo, la piccola Vittoria viveva con i genitori in provincia di Venezia, a Cazzago di Pianiga, nel quartiere Padre Turoldo. Aveva compiuto due anni di vita nello scorso mese di febbraio.

I genitori della piccola accorsi in lacrime in ospedale, hanno ricevuto notizie inquietanti dai medici che han riferito loro che ormai non c’era più speranza di salvezza per la loro piccola, sottratta alla vita in maniera così orrenda.

Commenti