10 libri che dovresti leggere prima dei 30 anni

Per un motivo o per un altro sarebbe il caso di leggere questi grandi classici prima dell'ingresso in una fase più matura della propria vita.

di Simona Vitale 22 Settembre 2013 10:39

I migliori libri che potremmo leggere non sono storie statiche, ma entità che vivono con significati che cambiano e crescono insieme a noi. È per questo che si consiglia vivamente di rileggere i classici che abbiamo studiato al liceo, finendo con lo scoprire che sono molto più interessanti di quel che sembravano, senza quell’inevitabile atteggiamento scolastico con i quali eravamo soliti affrontarli.

Eppure, sarebbe meglio sperimentare alcuni libri ad una determinata età, come ad esempio Il giovane Holden. Scopriamo, dunque, come ci suggerisce l‘Huffington Post, alcuni dei libri che dovrebbero essere da ognuno di noi prima del compimento dei 30 anni.

1. Il nuovo sesso: Cowgirl

Tutti i libri di Tom Robbins sono grandi letture per persone dai 20 ai 40 anni, con l’autore che tende a servire consigli di vita graziosamente confezionati. Scrive Robbins in “Cowgirl”: “Ci sono molte cose per cui vale la pena vivere, un paio di cose per cui vale la pena morire e nulla per cui valga la pena uccidere.”

2. La storia segreta

Questa tragedia greca contemporanea scritta da Donna Hart è un incantevole classico, ma potrebbe sembrare un po’ sopra le righe se vi siete lasciati i tempi dell’università alle spalle da alcuni decenni.

3. Anna Karenina di Lev Tolstoj

Questo libro è un classico per un motivo, principalmente: c’è molto da imparare dagli errori di Anna, ma anche dai successi dei suoi coetanei, come Levin, che, decide di abbracciare la filosofia di una vita ispirata alla semplicità.

4. Una raccolta di saggi, George Orwell

Dopo averci tormentato al liceo con “La fattoria degli animali” e “1984”, è il momento di apprezzare le intuizioni dello scrittore senza metafore sugli animali. Si discute dell’imperialismo britannico, ma il libro non è solo una raccolta di stampo politico: “Tale, tali erano le gioie“, un saggio sulla scuola di preparazione, è particolarmente delizioso.

5. Amleto di William Shakespeare

Sconsigliamo vivamente di entrare nei 30 anni senza aver letto (e intendiamo davvero letto e pienamente ingerito) una delle tragedie di Shakespeare. Se dovete sceglierne una su tutte, scegliete “Amleto”. Se il monologo sull’indecisione è in grado di aiutarvi, probabilmente siete i tipici 20enni ancora né carne né pesce.

6. Paura di Richard Wright

Il libro di Wright è naturalismo letterario al suo culmine, creando empatia per gli impoveriti e gli oppressi. Una lezione importante da imparare, se non l’hai già imparata.

7. L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera

Kundera offre un acuto spaccato delle dinamiche di genere e della lotta universale per ottenere sia l’indipendenza che significative e stabili relazioni familiari. Da leggere molto prima dei 40 anni.

8. Siddartha di Herman Hesse

I 20 anni sono il momento ideale per leggere questo romanzo sulla scoperta di sé. Il titolo significa letteralmente “colui che ha trovato il significato (dell’esistenza).”

9. Come dovrebbe essere una persona? di Sheila Heti

Heti mescola finzione e autobiografia nella sua storia sull’amicizia, arte, sesso e amore al tempo di internet.

10. Ritratto di signora di Henry James

La transizione della protagonista Isabel Archer da una ragazza con gli occhi spalancati e fieramente indipendente a donna rassegnata, bloccata in un matrimonio infelice può servire come segnale di avvertimento. Le sue affascinanti intuizioni, insieme con l’ottimismo di suo cugino Ralph, creano per noi una lettura incredibile.

Tags: libri
Commenti