La giornalista Samantha Brick: “Sono odiata perché bella”

di Gianni Monaco 5 aprile 2012 17:20

Essere esteticamente belli è sempre stato un gran bel vantaggio e probabilmente lo è ancora di più oggi e in Occidente. Un fisico da modella e un volto carino spesso favoriscono la carriera di una persona; allo stesso modo, quelle poco attraenti vengono penalizzate in maniera severa. Basta accendere qualsiasi canale televisivo, specialmente italiano, per averne la conferma. Quante volte capita di vedere nel piccolo schermo una conduttrice o giornalista che somiglia più a una top model? Si tratta di qualcosa di molto frequente, non c’è nemmeno bisogno che stiamo qui a ribadirlo.

Su questo tema è nata una forte polemica in Gran Bretagna. Tutta colpa dell’affascinante 41enne Samantha Brick (nella foto, tratta dal sito del Telegraph), di professione freelance. “Sono alta, magra, bionda: sono una bella donna, so quanto sono fortunata. Ma le donne mi odiano a priori soltanto per il mio aspetto”, ha scritto la giornalista in un articolo. Il pezzo ha riscosso un grande successo in rete, tant’è che corre verso i due milioni di visualizzazioni. Decine di migliaia i commenti alla presa di posizione della freelance, sia su Twitter, sia sui vari siti dove si parla dell’argomento. Ma per molti si è trattato solo di uno scherzo o una provocazione lanciata ad arte, per aumentare la propria visibilità.

97 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti