Rapinano banca vestiti da “I soliti idioti”

Gli attori comici avevano pensato a una gag del genere: "La cronaca ci ha preceduto!"

di Stefania Calabrese 13 giugno 2012 16:31

Con la maschera di Ruggero De Ceglie, celebre protagonista della sit-com “I soliti idioti”, e un revolver calibro 7,65 in pugno, un rapinatore ha derubato la filiale della Banca Unicredit di Druento, un paese nella prima cintura di Torino. Antonio Serra, 41 anni, originario di Spinazzola (provincia di Bari) e residente a Torino, si è fatto consegnare seimila euro ed è fuggito su un’auto guidata da un complice. Gli agenti della Squadra antirapina della Questura di Torino non sono intervenuti subito, per evitare di mettere a rischio l’incolumità dei dipendenti e dei clienti dell’agenzia, quindi hanno inseguito la coppia di rapinatori fino alla periferia sud di Torino, dove li hanno bloccati e arrestati entrambi. Il complice è stato identificato in Antonio Guarnieri, 30 anni, di Siderno (Reggio Calabria), residente a Nichelino (Torino).
Il falso Ruggero è sospettato di altri cinque precedenti furti e del ferimento di striscio di un direttore di banca avvenuto la scorsa settimana, probabilmente a causa di un colpo partito per errore.


Increduli gli attori comici Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, che interpretano rispettivamente Ruggero De Ceglie e suo figlio Gianluca, che hanno commentato l’accaduto così: “Pensare che quando preparavamo le nostre gag del padre e del figlio, avevamo anche immaginato una scena in cui per contrastare la crisi Ruggero va a fare una rapina in banca. La cronaca invece ci ha preceduto!”.
Biggio in particolare si è detto sollevato che la vicenda si sia conclusa senza tragiche conseguenze, quindi ha ironizzato: “Abbiamo visto il video della rapina, purtroppo non c’era l’audio. Sarebbe stato divertente capire se oltre a vestirsi e mascherarsi come Ruggero De Ceglie, l’uomo parlasse anche come lui: Dai, cazzo. Sbrigate a damme ‘sti sordi!”.
I comici hanno anche trovato la soluzione alle eventuali future rapine di De ceglie: “Dall’altra parte del bancone ci mettiamo la postina: Dicaaa? Una rapina… vado a vedere…”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti