Dichiarazione dei redditi e 730, ecco la nuova data di scadenza

Slitta la data di presentazione dei modelli relativi alla dichiarazione dei redditi dell'anno 2019.

di Maria Barison 4 Maggio 2020 13:26

A causa della pandemia generata dal Coronavirus in Italia è slittata anche la data relativa alla consueta dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e del 730.

In genere già entro maggio e giugno bisognava palesare i vari documenti fiscali relativi al proprio reddito annuale, ma quest’anno tutto è stato rimandato. Bisogna però chiarire alcuni aspetti importanti a riguardo, infatti dal 5 maggio si potrà scaricare online il modulo prestampato del 730 sul sito dell’Agenzia delle entrate, mentre la consegna è prevista entro il giorno 30 settembre.

La data di scadenza per inviare la dichiarazione dei redditi o modello 730

E’ cambiata quindi la data di scadenza, ma chiaramente è consigliabile inviare i documenti prima della data di scadenza, soprattutto se si ha necessità di ricevere dei rimborsi. Inevitabilmente con l’emergenza Coronavirus si è innescata anche una crisi economica non indifferente e diversi lavoratori autonomi o dipendenti potranno posticipare la propria dichiarazione dei redditi per il pagamento delle tasse relativo all’anno 2019.

Anche chi usufruisce del modello 730 non precompilato avrà tempo fino al 30 settembre per inviarlo all’Agenzia delle entrate, sia nel caso in cui il contribuente si avvalga del datore di lavoro come sostituto d’imposta, sia in quello in cui si rivolga ad un intermediario come un commercialista, un consulente del lavoro o un Caf.

Quando potranno iniziare ad essere inviate le varie documentazioni?

Bisogna inoltre ricordare come la fondazione dei commercialisti inviti di allegare al 730 il documento 730-1, ovvero le schede con le quali il cittadino-contribuente decide a chi destinare il 2, il 5 e l’8 per mille, ma anche tutta la documentazione di supporto come Certificazione Unica-Cud, scontrini, fatture e ricevute.

Per il 730 non precompilato le varie dichiarazioni possono essere inviate all’Agenzia delle entrate: per tutte quelle presentare entro il 31 maggio, la data chiave è il 15 giugno, mentre è il 29 giugno per quelle arrivate dal primo al 20 di quel mese. Per le “domande” dal 21 giugno al 15 luglio la data d’invio massima è il 23 luglio, mentre si va al 15 settembre per quelle dal 16 luglio al 31 agosto. Infine, 30 settembre per quelle arrivate a settembre. Per quel che riguarda invece Cud o 730 precompilato, già entro il 14 maggio può essere spedito all’Agenzia delle entrate, ovviamente con scadenza sempre per il 30 settembre.

Commenti