Camorra, blitz contro il clan Benforte

In corso d'esecuzione 44 ordinanze di custodia cautelare. A dirigere erano le mogli dei boss in prigione.

di Enzo Mauri 24 Aprile 2012 10:26

Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza sono impegnati in queste ore nell’esecuzione di 44 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di esponenti del potente clan Belforte di Marcianise, comprensorio in prossimità di Caserta. Le indagini hanno preso il via dopo l’attento esame della contabilità degli imprenditori estorti e affiliati da cui è emersa l’intera attività dell’organizzazione camorristica, potente al punto d’avere negli anni passati stabilito un rapporto di non belligeranza, spartendosi di fatto le rispettive aree di influenza, con il clan dei casalesi.


L’opera degli investigatori ha evidenziato come fossero le mogli dei capi clan, reclusi in regime di 41 bis, a impartire le direttive e amministrare la cassa comune garantendo il perdurare delle attività illecite e relativi introiti. Le indagini hanno portato al sequestro nel centro sud di beni mobili e immobili per un valore di 10 milioni di euro e di 250 conti correnti bancari riconducibili a fiancheggiatori e familiari dei camorristi.

Commenti