Abusa della figlia adottiva per 10 anni, arrestato 50enne

L'uomo, insieme alla moglie, aveva adottato due bambine bielorusse di 9 e 10 anni nel 2003, anno in cui sono cominciate le violenze.

di Simona Vitale 15 Gennaio 2013 10:53

Orribile storia di violenza, ancora una volta all’interno di quello che dovrebbe essere il più sano dei contesti familiari. Siamo a Cosenza, dove i Carabinieri, questa mattina, hanno arrestato un uomo che ha sessualmente abusato della figlia minorenne adottata in Bielorussia.

I fatti risalgono al 2003, quando l’uomo e sua moglie si sono recati in Bielorussia e sono riusciti ad ottenere l’adozione di due bambine di 9 e 10 anni, in orfanotrofio dalla primissima infanzia. Nel corso del periodo di frequentazione, per un mese le bimbe hanno dormito alternativamente con uno dei futuri genitori.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sarebbe stato in quest’arco di tempo che l’uomo avrebbe cominciato ad abusare della più piccola delle due bambine. Una volta adottate e tornati tutti in Italia, quello che avrebbe dovuto essere un padre amorevole ha abusato ripetutamente della piccola, sottoponendola ad ogni tipo di violenza, sino a compimento della maggiore età.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Cosenza, sono nate da alcune confidenze raccolte da una persona vicina alla famiglia adottiva, che si era insospettita a causa dell’atteggiamento mostrato dal padre nei confronti delle figlie. Scoperto il diario degli orrori, le indagini si sono chiuse con l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 50enne.

Commenti