Leonardo.it
IsayBlog

Fidanzati rimuovono l’amicizia a sua figlia su Facebook, il padre li uccide

Un uomo di 60 anni, Marvin Potter, è accusato dell'omicidio di una giovane coppia: Billy Payne Jr, 36 anni, e la fidanzata 23enne, Billie Jean Hayworth. I due sarebbero stati "colpevoli" di aver rimosso Jenelle Potter, figlia dell'uomo, dalle proprie amicizie su Facebook.

di Simona Vitale 10 febbraio 2012 15:55
Logo di Facebook

Notizia bizzarra, ma dal retrogusto macabro e drammatico quella che ci giunge dagli Stati Uniti, precisamente da Mountain City, nel Tennessee. Un uomo di 60 anni, Marvin Potter, è accusato dell’omicidio di una giovane coppia: Billy Payne Jr, 36 anni, e la sua fidanzata di 23 anni, Billie Jean Hayworth. Il motivo, che di primo acchito potrebbe far ridere, dovrebbe dare adito a serie riflessioni e starebbe nel fatto che la coppia era colpevole di aver rimosso dai propri amici di Facebook  Jenelle Potter, 30 anni, figlia di Marvin. 

“È la cosa peggiore che abbia mai visto” ha riferito lo sceriffo della contea Mike Reece ha detto, aggiungendo di non aver mai visto niente di simile nei suoi 27 anni di applicazione della legge nella zona. “Abbiamo avuto omicidi, ma nulla di tutto questo. Questo delitto è senza senso”. Secondo le ricostruzioni dello sceriffo, pare che Jenelle non avesse accettato di buon grado la sua cancellazione dagli amici di Facebook della coppia, iniziando perfino a perseguitarli. I due fidanzati hanno chiesto anche l’intervento delle autorità nel tentativo di farla smettere. Come riferisce lo sceriffo questa sarebbe stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Così, il padre di Jenelle, con la complicità di Jamie Curd, 38 anni, presunto corteggiatore della figlia, si sarebbe recato a casa della coppia, sparando ad entrambi. Per fortuna, la figlia di 8 mesi della donna, è rimasta illesa ed è stata trovata tra le braccia della madre ormai priva di vita dagli agenti di polizia. I due uomini sono stati arrestati martedì e su di loro pende un’accusa di omicidio di primo grado e favoreggiamento. Per Curd una prima cauzione, la cui entità è stata fissata in 1,5 milione di dollari. Per Potter in circa 200 mila dollari. La prossima settimana è stata fissata un’udienza per stabilire le entità definitive delle cauzioni, mentre la prima udienza del processo per omicidio è stata fissata per il prossimo 7 marzo.

Oltre 200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti