Vicesindaco muore a causa di un gioco erotico estremo finito in tragedia

Il vicesindaco di Vignola Falesina (Trento), Massimiliano Eccher, 37 anni, è stato trovato morto in un appartamento con un cappio alla gola, probabilmente, a causa di un gioco erotico estremo finito male. Accanto a lui una donna, anch'ella legata, che ha dato l'allarme con le sue urla.

di Simona Vitale 24 Febbraio 2012 12:23

Il piacere sessuale che diventa morte. Dal Trentino ci giunge l’ennesima notizia di una pratica erotica estrema finita in tragedia. La vittima è Massimiliano Eccher, 37 anni, vicesindaco di Vignola Falesina e imprenditore nel campo dei distributori automatici di bibite. L’uomo è stato trovato soffocato in un appartamento di via Gorfer, nella zona di Madonna Bianca. L’uomo, sposato, ma in via di separazione dalla moglie, sarebbe stato trovato morto con la gola stretta in un nodo scorsoio. Insieme a lui, una donna, 47enne single, che aveva le mani legate dietro la schiena ed avrebbe attirato l’attenzione dei vicini di casa urlando a squarciagola.

L’ipotesi più accreditata sembra essere quella del gioco erotico sfociato in tragedia, sebbene non si escludano altre piste come quella del malore o del gesto disperato. Il tutto fa pensare ad una di quella pratiche erotiche bondage fatte con corde, in questo caso intorno al collo  dell’uomo, ma essendo la donna anch’ella legata, nulla ha potuto fare per salvarlo. Gli inquirenti intendono però effettuare ancora una serie di accertamenti e interrogatori e per questo sulla faccenda viene mantenuto il più stretto riserbo. Ad intervenire è stata la squadra mobile della Polizia, mentre l’allerta è stata data dai vigili del fuoco e dal 118. L’appartamento era chiuso dall’interno, difatti i pompieri hanno dovuto sfondare la porta.

Una vicenda simile accadde a Roma l’anno scorso. Lo scorso dicembre, infatti, è tornato libero per decadenza dei termini di custodia cautelare Soter Mulè, l’ingegnere di 43 anni accusato di omicidio colposo per la morte di Paola Caputo, 23 anni, avvenuta il 10 settembre scorso a Roma nel corso di una pratica erotica bondage molto simile a quella che avrebbe causato la morte di Eccher, per il quale, comunque, le cause esatte della morte saranno stabilite per mezzo di un esame autoptico.Nel frattempo si cerca di fare luce sulla vicenda indagando su entrambi i soggetti presenti nell’alloggio che era stato preso in affitto da qualche tempo, giacché i due vivevano altrove.

Commenti