Yara Gambirasio, si cerca il DNA della madre del killer

Dopo essere riusciti ad individuare il padre dell'assassino della piccola Yara, adesso si cerca la madre.

di Elena Arrisico 31 ottobre 2012 18:23

Alcune macchie di sangue che sono state trovate sugli indumenti di Yara Gambirasio – la ragazzina di 13 anni scomparsa il 26 novembre del 2010 da Brembate di Sopra – sono servite ad individuare, al 99 per cento, il padre del killer.

Ora cercheremo, con lo stesso procedimento, di scoprire chi è la madre“, ha dichiarato Emiliano Giardina, genetista e consulente della Procura di Bergamo che sta indagando sul delitto della piccola Yara. Un doppio DNA per riuscire ad individuare il killer, senza alcun margine d’errore.

Secondo quanto dichiarato dal genetista Emiliano Giardina – come riporta Il Corriere della Sera – infatti, la probabilità di aver identificato correttamente il padre del killer è molto alta, in quanto in queste analisi il margine di errore “è 1 su 14 milioni“.

L’uomo individuato pare sia morto nel 1999, ma l’assassino dovrebbe essere il figlio. Adesso, si cerca anche il DNA della madre: “Spero che sia una strada convincente“, ha dichiarato l’esperto.

Il consulente della famiglia di Yara, però, ha dubbi in merito, perché l’assassino dovrebbe essere un figlio illegittimo dell’uomo individuato. Secondo il consulente, infatti, bisognerebbe riesumare il padre del killer, ma Giardina ha rivendicato la fondatezza della propria ricerca.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti