Ruba 5 dollari, bimbo di 7 anni in manette (FOTO)

La famiglia del piccolo Wilson Reyes ha sporto ora denuncia e chiedere un risarcimento danni di 250 milioni di dollari.

di Simona Vitale 31 gennaio 2013 11:00

Un bambino di soli 7 anni di New York è stato dapprima ammanettato e poi interrogato per 10 ore dalla polizia di New York, con l’accusa di aver rubato una banconota di 5 dollari ad un suo amico di 9 anni. La notizia è stata riportata dal New York Post, che ha poi aggiunto che nei confronti del bimbo è stata infine ritirata ogni accusa. La famiglia del bambino, però, ha ora sporto denuncia chiedendo alla città di New York e alla NYPD un risarcimento danni di ben 250 milioni di dollari.

Protagonista della storia è Wilson Reyes, accusato dall’altro bambino di avergli rubato la banconota. La polizia del Bronx lo ha così  prelevato dalla classe nel bel mezzo delle lezioni e lo ha ammanettato. Il piccolo è stato prima interrogato per 4 ore nella stessa scuola e poi per altre 6 ore nella centrale del 44/mo Precinct. La mamma di Wilson ha dichiarato: “Non avrei mai immaginato che la polizia potesse fare ciò a un bambino”.

In realtà la famigerata banconota era caduta a terra ed un terzo bambino l’aveva presa. Wilson dunque era stato ingiustamente accusato. Come si legge nella denuncia presentata dalla sua famiglia: “Reyes è stato ammanettato, è stato oggetto di abusi verbali, fisici ed emotivi ed è stato minacciato, umiliato, imbarazzato e diffamato”. La polizia, di contro, fa sapere che la famiglia del bambino ha decisamente distorto il reale andamento dei fatti, ma ha comunque aperto un’inchiesta per verificare l’effettiva condotta dell’agente che si è occupato del caso.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti