Uragano Sandy, 55 mila evacuati a Cuba

La tempesta si muove con venti che vanno a 145 chilometri all'ora, mentre l'acqua dovrebbe raggiungere il mezzo metro di altezza.

di Elena Arrisico 25 ottobre 2012 16:38

L’uragano Sandy ha superato la Giamaica – dove ha fatto una vittima – e si è rafforzato ulteriormente passando sulle acque dei Caraibi, colpendo in special modo la parte orientale dell’isola di Cuba con forti piogge e vento. Per questo motivo, almeno 55 mila persone sono state evacuate dalle loro abitazioni; a riferirlo sono stati alcuni funzionari cubani, che hanno spiegato i motivi della decisione presa per evitare morti durante le prossime ore, quando l’acqua dovrebbe raggiungere addirittura il mezzo metro di altezza.

Sulla costa sono, infatti, attese delle forti mareggiate ed onde alte fino ad 8 metri. La tempesta si muove con venti che vanno a 145 chilometri all’ora rafforzandosi sempre di più, motivo per cui Sandy potrebbe passare dalla categoria 1 a quella 2 della scala Saffir-Simpson.

In questo momento, Sandy si trova a 137 chilometri a sud-ovest di Guantanamo e, secondo quanto riferito dall’Osservatorio Meteorologico Cubano, si sta spostando verso nord; la massima intensità è stata raggiunta nei pressi di Santiago, seconda città dell’isola di Cuba.

Il governo cubano ha deciso di sospendere i voli da e per l’est, oltre ai servizi ferroviari e stradali. I 3 mila cubani che, solitamente, lavorano nelle piantagioni di caffè di Santiago sono stati mandati a casa.

12 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti