Uccide la moglie con un colpo di pistola alla testa

di Romina Caruso 6 agosto 2011 14:20

La notte scorsa a  Vauda Canavese, un paesino pochi chilometri da Torino, un uomo di 51 anni, Salvatore Scaldone, ha ucciso la moglie con un colpo di pistola alla nuca. L’ uomo ,cantoniere nato a Petiglia Policastro (Crotone) ha poi chiamato i carabinieri confessando il delitto ed è stato subito arrestato. La vittima, Mariella Gili Vinardi, un insegnante di 46 anni nata a Cirie’ (Torino).  L’arma del delitto è  una beretta regolarmente denunciata. L’omicidio è avvenuto nella villa della coppia a Vauda Canavese in via Malone 17, nella quale vivevano anche gli anziani genitori. Marco Sanini, il sostituto Procuratore della Repubblica di Torino, sta coordinando le indagini. L’uomo dopo l’arresto ha confessato, al pm Sanini, di aver sognato di uccidere la moglie con un colpo di pistola alla nuca e di essersi svegliato scoprendo che lo aveva già fatto nella realtà. Dalle prime indagini è emerso che la coppia era in crisi da tempo e che Mariella probabilmente voleva separarsi.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti