Rottamazione cartelle esattoriali, come leggere la comunicazione online

Come leggere e personalizzare il pagamento delle cartelle esattoriali con il servizio ContiTu.

di fabiana 13 luglio 2017 9:00
equitalia, cartelle esattoriali, rottamazione

Avete aderito entro il 21 aprile alla rottamazione agevolata delle cartelle esattoriali della ex Equitalia trasformata in Agenzia delle Entrate – Riscossione (AeR)? Non resta che conoscere l’esito della vostra richiesta e per farlo non occorrono PIN e password delle Entrate.

Tutti i debitori che hanno aderito alla rottamazione 2017 stanno ricevendo una Comunicazione delle somme dovute per conoscere l’esito della richiesta effettuata. Per poter avere una copia online e conoscere la risposta all’istanza di rottamazione delle cartelle esattoriali è possibile consultare l’apposita area pubblica del sito dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione, disponibile dal 16 giugno all’interno della propria area riservata, accessibile con PIN e password. 

È necessario compilare il Form richiesta comunicazione inserendo i vostri dati, il codice fiscale, l’indirizzo e-mail dove si desidera ricevere la comunicazione e documentazione (da allegare) necessaria per il riconoscimento.

Ma che cosa contiene la comunicazione?

La comunicazione informa su

accoglimento o rigetto adesione;

eventuali carichi non ammissibili a rottamazione;

importo/i da pagare;

data/e entro cui effettuare il versamento.

Contiene anche un bollettino di pagamento in base alla scelta effettuata al momento della compilazione del modulo DA1 e il modulo per l’eventuale addebito su conto corrente, ma potranno essere utilizzati anche i bollettini con la vecchia intestazione “Equitalia Servizi di Riscossione”possono essere utilizzati.

Come leggere la comunicazione:

. AT – Accoglimento totale: c’è un importo da pagare per i debiti “rottamabili” e nulla per eventuali debiti non “rottamabili”;

. AP – Accoglimento parziale: per debiti “rottamabili” e non “rottamabili” c’è da pagare;

. AD – Per debiti “rottamabili” ed eventuali non “rottamabili” non si deve pagare nulla;

. AX – Debito residuoper debiti non “rottamabili”;

. RI – Rigetto.

Prospetto di sintesi

.totale debito residuo (definibile o escluso dalla definizione);

.debito residuo oggetto di definizione;

.importo da pagare per la definizione agevolata;

.debito residuo escluso dalla definizione, con un ulteriore prospetto con l’elenco dei “carichi non definibili” e le motivazioni di esclusione.

Come pagare

domiciliazione bancaria

sportelli bancari

internet banking

uffici postali

tabaccai convenzionati con Banca 5 SpA (Sisal e Lottomatica)

PagoPa (su www.agenziaentrateriscossione.gov.it)

App Equiclick (tramite PagoPa)

sportelli Agenzia delle entrate-Riscossione.

Per aderire al servizio di addebito su conto corrente, la richiesta dovrà essere presentata alla banca almeno 20 giorni prima della scadenza della rata.

C’è tempo fino al prossimo 31 luglio per poter poter regolarizzare il pagamento della rata e con il nuovo servizio ContiTu dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione si può scegliere di rottamare solo alcune cartelle e avvisi elencati nella “Comunicazione delle somme dovute”, con informazioni circa l’accoglimento/rigetto della definizione agevolata entro il 15 giugno 2017. In questo caso sarà la piattaforma a generare il nuovo totale da pagare e i relativi codici RAV per saldare tramite bollettino.

Se la domanda di adesione alla definizione agevolata è stata accolta, ma non si vuole saldare tutto l’importo entro il 31 luglio 201, sarà possibile richiedere il dilazionamento di aulcni debiti (cartelle/avvisi) il nuovo servizio e stampare i nuovi bollettini Rav relativi alle cartelle/avvisi. Gli altri debiti riprenderanno con le consuete azioni di recupero.

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti