Rocco Siffredi sindaco di Palermo, la candidatura del web

La presentazione fasulla della candidatura del divo del porno è apparsa su Facebook curata nei minimi dettagli.

di Simona Vitale 28 marzo 2012 15:00

Sembra ormai essere di moda che i divi del mondo a luci rosse vogliano candidarsi a primi cittadini e gestire dunque problematiche ed esigenze di un’intera comunità di cittadini. Così dopo la candidatura di Ilona Staller, alias Cicciolina, a sindaco di Monza e di quella di Milly D’Abbraccio, per la stessa poltrona, analogo destino di candidato sindaco sembrava essere riservato anche al re del porno italiano, ovvero Rocco Siffredi. 

Nel caso di Siffredi, però, la sua candidatura è soltanto satirica e virtuale, sebbene in poche ore abbia già riscosso notevole consenso. C’è da dire, inoltre, che non è la prima volta che il grande divo italiano del cinema a luci rosse, venga tirato fuori in occasione di elezioni amministrative o politiche. La candidatura di Siffredi è apparsa così su Facebook per mezzo di un disclaimer di presentazione che recita le seguenti parole: “Cari cittadini, ho deciso di candidarmi perchè credo che siate abbastanza stanchi di questa politica falsa e corrotta. È giunta l’ora di buttarli tutti fuori. Scegliete voi come, io vi metto a disposizione i miei mezzi. Rocco”.

L’autore dello slogan elettorale di Rocco Siffredi rimane per il momento anonimo, mentre sulla pagina creata ad hoc già sono centinaia gli internauti che hanno messo “mi piace” alla sorprendente candidatura. Difficile pensare ad una campagna fasulla, dal momento che il suo ideatore ha pensato a tutto sin nei minimi dettagli. Il pornostar fa infatti il verso agli slogan pensati dai partiti politici e dai candidati, quelli veri, il tutto con ovvia ispirazione ai doppi sensi. Le locandine di Rocco Siffredi candidato sindaco Palermo.

Così Siffredi promette “meno preservativi sui prati ed apertura delle case chiuse”, di “rasare tutti i pratini e curare tutte le aiuole”. “I miei valori: in basso, al centro”. Il partito? La costituzione del “Glande Sud”. Tanto per citarne alcuni.

 

Oltre 600 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti