Ragazza italiana stuprata da due poliziotti messicani

I responsabili sono stati arrestati con l'accusa di stupro e abuso di autorità. Ricercato un terzo uomo.

di Stefania Calabrese 22 febbraio 2013 10:32

Cancun, Messico. Due poliziotti del posto sono stati arrestati per lo stupro di una donna straniera, che la stampa locale definisce di nazionalità italiana, di cui avrebbero abusato dopo aver tentato di ottenere del denaro.

La notte del 12 febbraio scorso la ragazza, residente a Playa del Carmen, si trovava nei pressi della discoteca Cocomaya quando il suo compagno, un connazionale di cui si ignora l’età, è stato sorpreso a urinare in pubblico verso le 4 del mattino. A questo punto sono sopraggiunti i poliziotti, Mardonio Guzman e José Manuel Enríquez Gómez Hernández, che hanno proposto alla coppia di dare loro 3mila pesos, corrispondenti a circa 178 euro, e in cambio li avrebbero lasciati andare senza ulteriori conseguenze. Di fronte però al rifiuto della coppia di corrispondere il denaro richiesto, i poliziotti messicani hanno immobilizzato l’uomo per abusare sessualmente della donna.

Secondo la stampa locale, nella vicenda sarebbe inoltre coinvolto un terzo uomo, il comandante di polizia Ramon Balainas Xicotencati, attualmente ricercato.

“C’è un’indagine in corso da parte delle autorità locali”, ha dichiarato l’ambasciata italiana di Città del Messico, che ha confermato l’accaduto, promettendo indagini approfondite. Il caso è stato affidato al console onorario italiano a Playa del Carmen, il quale sta cercando di “avere più informazioni possibili”.

70 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti