Perché si mangiano i pop corn al cinema?

L'abitudine di mangiare pop corn davanti a un film ha un perché, una storia e un inizio. Ve li raccontiamo.

di piero81 3 gennaio 2014 18:37
Cinema e pop corn è un’associazione ormai indivisibile per molte persone.
Senza scomodare interpretazioni freudiane, quando si pensa a un film al cinema vengono in mente i pop corn, e quando si pensa ai pop corn viene in mente un film da vedere in compagnia.
Come è nato questo accostamento che è diventato così dissuso in tutto il mondo?
Per rispondere a questa domanda bisogna ripercorrere la storia e vedere come questa associazione è nata.
Negli Stati Uniti, nel periodo della crisi conosciuto come Grande Depressione: è lì che è nata l’abitudine di mangiare pop corn al cinema.
Il prodotto, facile da preparare e a basso costo, si è imposto tra gli spettatori dei film.
Il “mais scoppiato”, traduzione di pop corn, si prepara velocemente e permette di avere un cibo che costa poco e che bene accompagna la visione di un film.
Questo abbinamento si è poi sviluppato e già nel 1947 si è imposto in gran parte del mondo. In circa l’85% dei cinema americani di quell’anno era presenta una macchina che faceva i pop corn. Ma l’abbinamento film e pop  corn si è sviluppato anche nelle case dove due americani su tre mangiavano mais scoppiato guardando la tv  già negli anni ’50.
Dal dopo guerra in poi l’abitudine, come molti altri aspetti della cultura americana, si è poi sviluppata anche in Italia.
Negli ultimi anni, i pop corn sono stati attaccati perché ritenuti uno dei tanti comportamenti alimentari non sani.
Il numero uno della Sony Pictures Michael Lynton ha proposto di portare nei cinema cibi più salutari. I tempi cambiano…

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: cinema · film
Commenti