Leonardo.it
IsayBlog

Percepivano la pensione illegalmente, denunciati 15 anziani

Erano tornati nei loro paesi di origine, ma avevano incaricato parenti ed amici di incassare per loro gli assegni.

di Elena Arrisico 15 agosto 2012 10:12
Anziano albanese

Anziani che avevano lasciato l’Italia per tornare nei loro paesi di origine, ma che continuavano a percepire illegalmente, in Italia, l’assegno della pensione sociale: i carabinieri di Fabriano – in provincia di Ancona – hanno scoperto 15 persone over 65, che continuavano a godere della propria pensione grazie a parenti ed amici che la ritiravano per conto loro.

I carabinieri hanno controllato 45 posizioni pensionistiche relative al periodo 2010-2012 e 15 sono risultate essere irregolari. I pensionati in questione – uomini e donne marocchini, macedoni, albanesi e rumeni – sono stati denunciati per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato. Adesso, sono in corso le procedure del caso per riuscire a quantificare il danno ed ottenere le somme percepite dai migranti in base alla legge 335 del 1995. I requisiti per avere diritto alla pensione sono i 65 anni di età e la residenza in Italia, con l’obbligo di non assentarsi dal territorio nazionale per più di un mese.

I controlli sono iniziati l’anno scorso, a novembre, quando i carabinieri di Fabriano dovevano contattare un extracomunitario per effettuare il ricongiungimento familiare, ma l’uomo non era in casa: “È andato al nord“, avevano dichiarato i parenti; “Adesso è al sud, da un altro parente“, avevano risposto successivamente. Così, scattarono le verifiche, i familiari ammisero che l’uomo era ritornato nel suo paese di origine e si scoprirono 15 falsi pensionati, non più residenti in Italia. Alcuni di loro – venuti a sapere dei controlli – sono rientrati di corsa in Italia, ma i carabinieri hanno controllato anche i passaporti degli immigrati.

L’INPS sta già cercando di quantificare il danno – si parla di circa 200 mila euro – e, poi, si potrà procedere per il recupero delle somme in questione. Inoltre, anche i delegati che riscuotevano gli assegni potrebbero essere denunciati per truffa.

11 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti