Paesaggio invernale di Monet venduto all’asta a prezzo record

Un paesaggio invernale del padre dell'Impressionismo Claude Monet è stato battuto all'asta alla cifra record di 9,8 milioni di euro come reso noto da un portavoce della casa d'asta Sotheby's di Londra. Il quadro non era mai stato esposto in pubblico.

di Simona Vitale 11 febbraio 2012 19:16

Si tratta sicuramente di uno dei maggiori esponenti dell’arte in generale e padre fondatore della corrente impressionistica. Parliamo di Claude Monet (1840-1926). Ebbene, un suo dipinto ha conseguito un nuovo record per questa fetta di storia dell’arte. Uno splendido paesaggio invernale del celebre pittore è stato aggiudicato ieri notte a Londra nel corso di un’asta di capolavori dell’arte impressionista e moderna, come reso noto da un portavoce della casa d’asta Sotheby’s. 

Si tratta di un record per quanto riguarda i paesaggi invernali. Il nome del quadro è “L’Entrée de Giverny en hiver” ed è stato dipinto nel 1885. La sua particolarità è quella di non essere mai stata esposta finora al pubblico, neppure in esposizioni temporanee, facendo parte, fin dal 1924, della celebre collezione del farmacista e industriale parigino Henri Canonne. Il quadro è stato acquistato per 8,2 milioni di sterline (9,8 milioni di euro) da un collezionista privato che ha preferito mantenere l’anonimato al termine di una dura battaglia con altri tre concorrenti molto interessanti al dipinto, il cui valore massimo era stato inizialmente stimato in 7,8 milioni di euro.

Il dipinto di Monet è stato quello battuto al prezzo più altro nell’asta di ieri sera che ha realizzato un volume globale di incassi pari a 78,9 milioni di sterline (94,4 milioni di euro). Presenti, oltre al paesaggio di Monet, anche opere di Joan Miró, Gustav Klimt, Edouard Vuillard, Fernand Léger, Georges Braque e Giorgio de Chirico. L’opera al centro dell’attenzione era “Peinture”, una tela monumentale di  Miró, realizzata nel 1933. Il dipinto, il cui valore è stimato tra i 7 e i 10 milioni di sterline, al momento non ha trovato acquirenti, ma potrebbe essere oggetto di trattativa privata. Lo scorso martedì, invece, “Le Corps de ma brune”, sempre di Mirò, è stato venduto a 16,8 milioni di sterline ad un’asta di Christies a Londra, concorrente di Sotheby’s, stabilendo un vero e proprio record per l’artista spagnolo.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: asta · londra
Commenti