Orrore in Francia, madre uccide e congela due neonati

La donna, 32 anni, già nel 2005, era stata condannata per infanticidio in quanto aveva ucciso e gettato in un sacchetto il neonato che aveva appena partorito.

di Simona Vitale 27 marzo 2013 10:52

La Francia è sotto shock per la vicenda che vede protagonista una donna di 32 anni colpevole di aver messo al mondo due neonati, uno nel 2011 e l’altro nel 2012, per poi annegarli e metterli nel congelatore della propria abitazione in un quartiere modesto di Amberieu, una cittadina nel centro-est del Paese. La donna, ora, è in stato di fermo.

La macabra scoperta è stata fatta dal compagno della donna che poi ha confessato l’uccisione dei piccoli. Si è scoperto anche che la 32enne, nel 2005, era già stata condannata per infanticidio in quanto aveva messo alla luce un bambino e lo aveva poi gettato via in un sacchetto, facendosi aiutare da sua madre. La donna, che ha anche un figlio di 12 anni, ha confessato agli inquirenti di “amare” i bambini che ha messo al mondo, ma non ha spiegato i motivi degli efferati gesti. Descritta come una donna gentile e sorridente, nel 2002 aveva ucciso il neonato partorito nel bagno di casa gettandolo in un sacchetto della spazzatura. Fu condannata per infanticidio nel 2005 a 15 anni di reclusione.

Purtroppo il terribile episodio si innesta lungo una scia di sconcertanti infanticidi che si verificano in Francia. Basta pensare che ogni anno, dal 2006 ad oggi, nel Paese si registra almeno un caso di neonati congelati.

78 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti