Orrore a San Miniato: 25enne decapitata dal treno davanti all’amica

Giulia Musetti ha perso la vita in quello che, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, è stato un incidente causato dalla disattenzione.

di Simona Vitale 20 dicembre 2012 11:02

Davvero un’orribile tragedia quella di cui è stata fatalmente protagonista una ragazza di soli 25 anni, Giulia Musetti, che ha perso la vita dopo essere stata investita da un treno a Ponte a Egola, nel comune di San Miniato, in provincia di Pisa. La giovane è stata colpita a morte dal treno che l’ha quasi decapitata. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, pare che la donna stesse camminando vicino ai binari. A dare l’allarme dell’accaduto è stata un’amica della 25enne, Cristina C, 24enne di San Miniato.

Quest’ultima è stata trasportata in stato di choc all’ospedale San Giuseppe” di Empoli. Non sono ancora chiari i motivi per i quali le due giovani si trovassero lungo la ferrovia e fossero sulla massicciata. Una delle prime persone che hanno risposto alla richiesta di soccorso ha riferito che la vittima avrebbe detto alla sua amica che doveva fare un “bisogno”.

Ciò rende ancora più assurda e confusa la faccenda, così come il luogo della tragedia. Per gli agenti si è trattato di un incidente dovuto ad una disattenzione. Gli investigatori della polizia sembrano infatti aver escluso che possa trattarsi di suicidio. Sempre secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni, il treno avrebbe colpito la giovane donna alla testa finendo per decapitarla.

Sul posto sono intervenuti inizialmente la polizia municipale di San Miniato e la polizia ferroviaria che assume per competenza il comando delle indagini, i vigili del fuoco, i carabinieri e il personale sanitario del 118, nonché un’ambulanza della Pubblica Assistenza di Santa Croce.

Oltre 200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti