Olimpiadi Londra 2012: atleta si vende su Ebay per parteciparvi

Quando si parla di persone così appassionate al proprio sport da fare qualsiasi cosa pur di praticarlo ai massimi livelli si parla certamente di James Ellington, che pur di partecipare a Londra 2012 si è messo all'asta su Ebay.

di Vincenzo Avagnale 18 dicembre 2011 16:30

Lo sport è una passione che difficilmente si può spiegare in termini economici, ma purtroppo nel mondo di oggi è anche l’economia a determinare il successo o l’insuccesso di un atleta ad un certo livello. Sarebbe infatti impossibile ad un livello mondiale competere per un atleta che non dedichi la maggior parte del proprio tempo ad allenarsi se dovesse lavorare per mantenersi, pertanto avere uno sponsor diventa indispensabile. James Ellington ha sperimentato sulla sua pelle questa dura realtà, in quanto a causa della crisi ne è rimasto sprovvisto e sta rischiando di saltare le prossime Olimpiadi solo per un motivo economico.

Ellington è uno sprinter inglese, specialista nei 200 metri, di appena 26 anni. Si è impegnato molto per arrivare a meritarsi di partecipare alle Olimpiadi di Londra 2012, che per lui sono il sogno di una vita, ma perdendo lo sponsor è rimasto senza soldi per sostenere gli allenamenti necessari ad arrivarvi competitivo! La cifra necessaria arriva a 35.000 euro (fra vitto, alloggio e strutture necessarie agli allenamenti), ma lui non si è arreso ed ha cercato soluzioni alternative.

La soluzione alternativa che gli è venuta in mente l’ha fatto apparire su tutti i giornali e blog del mondo: mettersi all’asta su Ebay. Ellington non è un atleta qualsiasi, avendo raggiunto nel 2011 il miglior tempo sui 200 in Gran Bretagna ed avendo concrete speranze di piazzarsi fra i primi tre nella staffetta 4×100, per cui chi gli fornirà il denaro necessario potrà mettere il proprio logo sul suo kit di allenamento, sui suoi attrezzi e perfino sui suoi vestiti di tutti i giorni per tutta la durata degli allenamenti, fino alla conclusione delle Olimpiadi stesse.

Al momento sono senza sponsor quindi ho pensato a una via alternativa per presentarmi al pubblico cercando di guadagnare ciò che mi serve. Se voglio dedicarmi full-time agli allenamenti non posso fare altri lavori e al momento non navigo nell’oro.” Insomma un atleta che incarna lo spirito sportivo delle Olimpiadi, che per un beffardo caso del destino mette all’asta proprio questa sua qualità per poter inseguire il suo sogno… follie di un mondo governato dal denaro!

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti