Olimpiadi 2012: lieto fine per lo sprinter in vendita su Ebay

La sua storia aveva commosso gli amanti dello sport di tutto il mondo, che hanno tifato per lui sperando che trovasse lo sponsor che gli garantisse di partecipare alle olimpiadi di Londra 2012. Adesso, dopo varie peripezie, arriva finalmente il lieto fine.

di Vincenzo Avagnale 18 gennaio 2012 14:39

Il top sprinter britannico James Ellington era davvero disperato. Aveva bisogno di 32.550 sterline (circa 50.000 euro) per allenarsi e realizzare il suo sogno di partecipare alle olimpiadi che si terranno quest’anno a Londra, ma il suo sponsor l’aveva abbandonato e lui non sapendo più cosa fare aveva deciso di mettersi all’asta su Ebay.

Delle 71 offerte arrivate sul popolare sito di aste purtroppo quella vincente era risultata essere un falso clamoroso e le speranze dell’atleta di 26 anni si erano ormai esaurite. Fortunatamente per lui la sua decisione di vendersi su Ebay gli aveva garantito una notevole visibilità e ad osservare attentamente la sua vicenda si erano disposti molti imprenditori, uno dei quali ha deciso di diventare il suo nuovo sponsor.

Non potrei essere più felice per questa conclusione, adesso finalmente posso concentrarmi per la conquista di una medaglia per la Gran Bretagna” ha detto l’atleta sorridente all’indomani della firma con una nota marca di rasoi e schiume da barba. L’atleta aveva perso il suo sponsor nonostante la sua eccellente prestazione nei 100 e 200 metri nel mondiale dello scorso anno a Daegu, in Corea del Sud, in quanto ripresosi da poco da un infortunio di circa 4 anni.

Se la sua asta online fosse andata a buon fine avrebbe dovuto offrirsi di portare per tutta la durate dell’allenamento e delle olimpiadi il simbolo del suo acquirente, nonché partecipare a tutte le iniziative del suo compratore. Adesso avrà finalmente l’occasione di dimostrare senza tutte queste costrizioni di che pasta è fatto.

Contentissimi anche i suoi fan online, che hanno tempestato il suo account di facebook di commenti entusiasti. Lui ha ringraziato tutti per aver contribuito alla realizzazione del suo sogno. “Se avessi dovuto lavorare per mantenermi agli allenamenti non sarei mai riuscito a presentarmi decentemente, figurarsi per vincere una medaglia. Grazie al vostro sostegno finalmente ho trovato uno sponsor, se vincerò una medaglia sarà anche merito vostro” ha scritto l’atleta sul social network.

5 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti