Non si mette sposato su Facebook, moglie vuole divorziare

Aumentano i casi in cui la fine di un rapporto sentimentale è determinata da motivi legati al social network.

di Simona Vitale 18 maggio 2012 15:15

Una donna indiana ha depositato la sua richiesta di divorzio dopo che il marito non ha cambiato il suo stato sentimentale, mettendo “sposato con” su Facebook. La 28enne ha già contattato il Tribunale di famiglia per ottenere il divorzio dicendo che lei non può fidarsi del marito, dopo che questi non ha reso pubblico il loro matrimonio sul social network. La coppia ha avuto un matrimonio combinato appena due mesi fa e il caso è stato preso in esame dalla giurisdizione di un tribunale di Aurangabad.

Secondo quanto riferito dal Deccan Chronicle, il marito ha detto alla Corte che aveva dimenticato di aggiornare il suo status, ma il giudice ha dato alle due parti in causa sei mesi di tempo per sottoporsi ad una consulenza di coppia. Parlando al giornale indiano, l’avvocato Subhash ha detto: ‘Sono venuto a sapere dell’incidente da un magistrato del Tribunale di Aurangabad. Il marito, di Hyderabadi, ha riferito al giudice di essere molto occupato dopo il matrimonio, con la famiglia, e di essere preso anche dal lavoro, non avendo avuto tempo di controllare o aggiornare il suo status su Facebook.
“Era disposto a farlo ora o anche disattivare il mio account, tuttavia, la donna non vuole più essere sposata con lui, ritenendo di non potersi più fidare del marito, che potrebbe ordire inganni alle sue spalle” ha dichiarato l’avvocato.

Sebbene siano pochi i casi in cui la mancata modifica dello stato sentimentale su Facebook  abbia determinato la fine di un rapporto, essa viene sempre più utilizzata come fonte di prova in casi di divorzio, secondo gli avvocati. Il sito di social networking è stato citato come motivo per un terzo dei divorzi l’anno scorso in cui il comportamento irragionevole è stato un fattore, secondo la società legale Divorce-Online.

L’azienda ha detto di aver visto un aumento del 50% nel numero delle petizioni di divorzio che contenevano la parola ‘Facebook’ negli ultimi due anni.
Mark Keenan, amministratore delegato di Divorce-Online, ha dichiarato: “Facebook è diventato il metodo principale per comunicare con gli amici per molte persone. Spesso si finisce per essere contattati da ex partner e si inizia a messaggiare con loro in maniera innocente. Ma questo può portare a dei problemi.  Se qualcuno vuole avere una relazione o flirtare con l’altro, Facebook è il posto più facile per farlo“.

Il 33% delle 5.000 petizioni di comportamento depositate presso l’azienda nell’ultimo anno hanno infatti citato il sito. I motivi più comuni per i quali Facebook diviene un problema per le relazioni, sono rappresentati per lo più da messaggi attestanti flirt, foto dei loro partner a una festa della quale non sapevano nulla o comunque con qualcuno che non avrebbe dovuto esserci.

5 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti