Non paga il biglietto, ora deve pulire i treni per una settimana

Il ragazzino di sedici anni per mesi ha speso i soldi dell'abbonamento in altro modo, i genitori hanno concordato con la società ferroviaria la singolare pena.

di Enzo Mauri 30 aprile 2012 13:39

La furbizia non sempre paga, ne sa qualcosa un sedicenne brianzolo che per mesi ha ingannato i genitori, scialacquando i soldi destinati all’abbonamento del treno per spese frivole, ma alla fine accumulate un certo numero di multe per mancanza di biglietto la Trenord società che gestisce il trasporto locale in Lombardia ha presentato il conto e tutto è venuto a galla.

Di fronte al verbale da 251 euro arrivato a casa il giovane non ha saputo dare una spiegazione plausibile, quindi oltre alle auspicabili nonché inevitabili conseguenze che qualsiasi figlio dovrebbe subire di fronte a un simile atteggiamanto, il genitore con una lettera ha suggerito a Trenord la pena da far scontare al figlio prontamente accettata dalla società ferroviaria.


Giuseppe Biesuz amministratore delegato di Trenord ha spiegato in cosa consiste la singolare punizione : “A giugno, quando la scuola sarà terminata il baby trasgressore salderà la sanzione lavorando per una settimana nelle nostre officine di Milano-Fiorenza. Ripulirà le carrozze dai graffiti, con detergente e spazzoli, gomito a gomito con gli operai del primo turno. Vogliamo che questo sia e resti un caso simbolo. Perché la regola è che le sanzioni si pagano. Ma prima ancora, si paghino biglietti e abbonamenti”.

13 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti