Nave con 700 tonnellate d’oro scompare nel nulla

Il vascello, di 55 metri di lunghezza, partito dal porto di Kiran, era diretto verso il porto di Okhotsk, in Russia.

di Simona Vitale 29 ottobre 2012 10:38

Ancora nessuna traccia della nave di 55 metri di lunghezza scomparso ieri nel mare di Okhotsk, nell’estremo oriente della Russia, con a bordo un equipaggio da nove a undici marinai (a seconda delle fonti) e un carico di 700 tonnellate di minerale d’oro. A complicare le operazioni di ricerca dei naufraghi, dopo il lancio di una richiesta di soccorso nel corso di una tempesta, sono le cattive condizioni meteorologiche, a causa della pioggia e della nave.

Il vascello, partito dal porto di Kiran, era diretto verso il porto di Okhotsk. Un faro di emergenza ha inviato una chiamata di soccorso alle 08:15 ora di Mosca (05:15 GMT), vicino alle isole Shantar nella parte sud-occidentale del Mare di Okhotsk. La petroliera Novik, che è arrivato sul luogo della chiamata di soccorso fatta dal faro, non ha però trovato la nave. Il Novik, accompagnato da un aereo Beriev Be-200, continua le operazioni di ricerca, ostacolate dal clima tempestoso.

Oltre 300 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti