Marilyn Manson in concerto a Bologna, la chiesa prega contro di lui

I Fedeli del gruppo Uniti per Bologna si sono riuniti per recitare una preghiera contro il satanismo nella chiesa del Santissimo Salvatore.

di Simona Vitale 14 dicembre 2012 13:00

Davvero insolito ciò che è accaduto a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, prima di un concerto nella cittadina emiliana. Mentre Marylin Manson, frontman dell’omonima band preparava  il suo concerto rock del “Twins od evil tour“, insieme a Rob Zombie, un gruppo di fedeli si riuniva in Chiesa per una veglia di preghiera contro il satanismo. Sebbene non riscuota più il successo di qualche anno fa, il controverso personaggio di Marylin Manson (il cui nome d’arte è stato creato accostando due icone culturali culturali come Marylin Monroe e il serial killer Charles Manson), seppur ateo dichiarato, continua a riscuotere molto seguito tra i rockettari più estremi e viene associato erroneamente al satanismo.

C’è da dire che il concerto c’è stato ed ha avuto luogo il 12-12-12, una data molto particolare, dunque, che, se diviso, fa 6-6-6, il numero della Bestia, citato nella Bibbia nell’Apocalisse di Giovanni. Un numero che i satanisti venerano e che i cattolici temono. Ragion per cui, i membri del gruppo “Uniti per Bologna” si sono quindi riuniti in preghiera nella chiesa del Santissimo Salvatore, al fine di recitare una preghiera contro il satanismo e contro il concerto dei due personaggi tanto temuti. Il gruppo di fedeli ha anche preparato anche un volantino dove si legge: “Alcuni complessi recitano la parte dei satanisti come trovata pubblicitaria per vendere dischi, ma c’è anche chi fa sul serio, operando a stretto contatto con le sette”.

Oltre 1200 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti