Malasanità: come ottenere il risarcimento danni

I casi di errore medico, che portano alla morte o a disabilità permanenti sono, purtroppo, quanto mai ricorrenti nel nostro paese.

di Mario Vitelli 9 agosto 2017 13:06

I casi più spaventosi raggiungono le prime pagine dei giornali, ma i casi di decessi avvenuti per valutazioni sbagliate, comportamenti negligenti e veri e propri errori di diagnosi, così come le invalidità per gli stessi motivi, accadono quotidianamente attorno a noi, anche negli ospedali che apparentemente funzionano bene e non presentano problemi cronici di sovraffollamento, sporcizia e mancanza di strumenti di diagnosi o mancanza di mezzi di soccorso.

Da qualche anno sono sempre di più i pazienti, o i loro parenti, che si imbarcano in cause di risarcimento danni per malasanità, ma non tutti sono in grado di pianificare e portare avanti battaglie legali di questo genere. È costoso effettuare perizie presso medici legali specializzati ed è  difficile trovare medici disposti a comparire in giudizio come esperti per contestare le cure portate avanti da “colleghi”. Chi ha perso un parente, magari il genitore che portava avanti la famiglia, o chi si trova da un giorno all’altro limitato nei suoi movimenti da una sopraggiunta invalidità, non si trova certo nelle condizioni economiche, e men che meno organizzative, per avviare e gestire in autonomia una causa per responsabilità sanitaria.

In questi casi, piuttosto che arrendersi ad una situazione di ingiustizia, è possibile utilizzare una società specializzata in procedimenti di risarcimento danni per malasanità: in questi casi viene stipulato un accordo secondo cui la società segue tutto il procedimento per conto del cliente, senza costi per quest’ultimo, in cambio di una percentuale predefinita sull’indennizzo ottenuto. Il cliente non deve quindi accollarsi le spese legali, le spese per le perizie, e non deve cercare i periti stessi da portare in tribunale, oltre a non dover diventare un esperto, da zero, di cause di responsabilità sanitaria.

Bisogna inoltre considerare che rivolgendosi a una società specializzata in risarcimento danni, è possibile avere fin da subito un parere sulla fattibilità della causa che si vuole portare avanti, in base al caso specifico avvenuto, al percorso da portare avanti per dimostrare la responsabilità dei sanitari, e a come sono andati in passato i casi simili a quello in esame.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti