Le 10 guerre più sanguinose della storia

Milioni di vittime sono state registrate nel corso di queste battaglie e rivolte che hanno cambiato per sempre il corso della storia del mondo.

di Simona Vitale 3 settembre 2013 10:19

Un bel po’ di guerre sono state combattute nel corso della storia. Sia che sono siano state combattute per ragioni politiche, per conquistare territori, a scopi di persecuzione religiosa o per eventuali altre questioni politiche o governative, numero di persone morte e spargimenti di sangue sono stati piuttosto elevati in molte di queste guerre. Anche se ogni guerra ha una sua storia e un’evoluzione diversa, queste che, grazie a Oddtale.com, vi proponiamo di seguito, sono tra le primi 10 guerre più sanguinose di sempre, indipendentemente dal periodo di tempo in cui esse si sono combattute o dal motivo per cui esse hanno avuto luogo.

  1. Seconda Guerra Mondiale. Anche se ancora si dibatte sull’effettivo bilancio delle vittime, si ritiene che tale guerra abbia registrato il maggior numero di vittime della storia, con un numero che va da 50 a 80 milioni di morti. La maggior parte degli storici e le fonti più citate dicono che il bilancio delle vittime, di tutte le nazioni che sono state coinvolti nella guerra, si aggira sui 65-70.000.000 di vittime, ma di un numero ufficiale non si è mai parlato per il terribile periodo che va dal 1939 al 1945.
  2. 2. La conquista mongola. Il bilancio delle vittime è stato stimato sui 30-60.000.000 morti durante la guerra, che ha avuto luogo tra il 1206 e il 1324. Le invasioni mongole, che hanno preso parte nel corso del 13 ° secolo, e hanno portato alla conquista da parte dell’impero mongolo nel sud est asiatico, hanno rappresentato alcune delle più sanguinose battaglie della storia con milioni di vittime accertate.
  3. 3. Dinastia Qing (la sconfitta della dinastia Ming). Governando dal 1644 al 1922, questa fu l’ultima dinastia imperiale della Cina. Durante il corso del regno, la dinastia superò quella dei Ming e guerre esplosero in tutta la Cina, per conquistare la leadership politica e i territori. Con la fine della guerra, il numero di morti ha raggiunto circa 25 milioni di persone.
  4. Rivolta dei Taiping. Questo è stata probabilmente la più grande guerra civile che abbia mai avuto luogo in Cina. Ha avuto luogo dal 1850 al 1864, tra i Manciù e i Qing. Almeno 20 milioni di morti sono stati registrati durante la guerra e molti di questi erano civili; dato che rende questa rivolta una delle più letali guerre che siano mai state combattute in Cina.
  5. Prima Guerra Mondiale. La “guerra globale”, che durò dal 1914 al 1918, ha coinvolto tutte le grandi potenze del mondo. La rinascita dell’imperialismo è stato uno dei grandi motivi per cui la guerra cominciò ed in essa l’Europa emerse come una continente leader. Il bilancio delle vittime durante l’arco quattro anni ha raggiunto quasi 17 milioni di persone, solo una “frazione” del numero raggiunto durante la Seconda Guerra Mondiale.
  6. La rivolta del loto bianco. Con la fine di 16 milioni di vite, questa guerra è durata dal 1794 al 1804 ed ha avuto luogo in Cina. Ha portato alla fine della dinastia Qing, ma la guerra ha segnato anche il punto più alto del potere durante il periodo della stessa dinastia. Inizialmente la guerra è cominciata come protesta fiscale nel paese asiatico, guidata da un organizzazione religiosa segreta, ma rapidamente è diventata focolaio di ribellioni contro i poteri burocratici.
  7. La rivolta di An Lushan. La guerra iniziò nel 455, quando il generale An Lush si auto – proclamò imperatore della Cina e pose al potere la dinastia Yan. 13 milioni di decessi sono stati registrati in questa battaglia, che ha avuto luogo tra e dinastie Tang e Yan per determinare chi avesse diritto al potere in Cina in questo periodo della storia.
  8. L’era degli Stati Combattenti. Dal 475 al 221 A.C., 10 milioni di decessi si sono verificati, quando diversi stati della Cina si sono dichiarati guerra gli uni contro gli altri. Con i Qin, Han, Wei, Zhao, e altre grandi potenze, che controllano diverse parti della Cina, i, poteri politici, religiosi e di governo in questi stati vicini, hanno portato a questo importante periodo di guerra e della disunione.
  9. La rivolta Dungan. Questa guerra a base etnica, e dai risvolti religiosi, ha avuto luogo nel corso del 19° secolo in Cina. Con un bilancio stimato di morti fra gli 8 e i 12 milioni di persone, la guerra fu combattuta tra i principali gruppi etnici in Cina. La guerra inizialmente era cominciata a causa della disputa sul prezzo più alto dei pali di bambù, che ha avuto luogo tra la dinastia Hui e Han, e che ha portato ad anni di combattimenti che hanno avuto luogo in Cina durante questo periodo.
  10. 10. La guerra civile cinese. Con la fine di 7,5 milioni di vite, la guerra durò dal 1927 al 1949. La guerra fu combattuta tra le forze che erano fedeli alle forze del Kuomintang e le forze del partito comunista che erano in auge in questo periodo. La Repubblica di Cina a Taiwan e la Repubblica Popolare (in Cina) si sono formate nel corso di questo periodo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti