L’Australia vota contro i matrimoni omosessuali

Solo 42 deputati su 150 hanno espresso il loro parere favorevole alla proposta di legge sulla legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

di Elena Arrisico 19 settembre 2012 13:22

In Australia, il Parlamento ha bocciato la legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso: la votazione è avvenuta con 98 voti contrari e solo 42 favorevoli su 150 deputati australiani.

Hanno espresso un voto contrario alla proposta di legge sia il primo ministro per il Labour, Julia Gillard, che il leader conservatore dell’opposizione, Tony Abbott.

Secondo quanto reso noto da alcuni deputati, i 42 votanti a favore sono comunque rimasti abbastanza soddisfatti del risultato; fino a qualche anno fa, infatti, era impensabile anche solo raccoglierne uno.

Il voto è arrivato dopo alcuni giorni di discussione in merito: proprio qualche giorno fa, infatti, un senatore australiano era finito al centro di molte polemiche per aver paragonato le unioni omosessuali al sesso con gli animali.

Sono 10 i Paesi nel mondo che hanno riconosciuto i matrimoni omosessuali: in Europa, sono la Norvegia, la Svezia, l’Islanda, il Belgio, l’Olanda, la Spagna ed il Portogallo; nel resto del mondo, sono il Canada, il Sudafrica, l’Argentina e gli Stati di New York, Massachusetts, Connecticut, New Hampshire, Vermont ed Iowa negli USA.

90 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti