L’asteroide 2012 DA14 sfiorerà stasera la Terra

Passerà a circa 27mila chilometri dal nostro Pianeta, ad una distanza inferiore di quella di molti satelliti artificiali lanciati in orbita.

di Simona Vitale 15 febbraio 2013 15:57

Asteroid 2012 DA14 passerà questa sera a poche migliaia di chilometri di distanza dalla Terra. Vecchia conoscenza degli astronomi, questi calcolando la sua orbita hanno escluso che possano esserci particolari pericoli per il nostro Pianeta. Il passaggio dell’asteroide, dal diametro di circa 45-50 metri e dalla massa di 130mila tonnellate, raggiungerà il suo culmine intorno alle 20:25 di sera, quando 2012 DA14 passerà a soli 27mila chilometri dalla Terra, una distanza comunque inferiore rispetto a quella di molti dei satelliti artificiali mandati in orbita nel corso degli ultimi 50 anni.

Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario e Museo Astronomico di Roma e fondatore del progetto Virtual Telescope, ha fatto sapere che:

Il pianetino sarà troppo rapido e troppo debole per seguirlo agevolmente con i telescopi dal piazzale del Planetario di Roma. Potrete però provare a riconoscerlo con un binocolo o telescopio mentre si muove tra le stelle utilizzando la nostra mappa, che traccia il suo movimento a partire dalle 20:45 del 15/2, quando sorgerà all’orizzonte della capitale tra le stelle della Vergine, fino alle 23:45 quando sarà giunto nella costellazione dell’Orsa Minore, dopo aver velocemente attraversato la Chioma di Berenice, i Cani da Caccia, l’Orsa Maggiore e il Drago.

Per coloro che non potranno recarsi presso il Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria o il Planetario di Torino,  sarà possibile assistere all’evento collegandosi al sito del Virtual Telescope Project a partire dalle 23:00.

Non sembra esserci correlazione tra il passaggio di Asteroid 2012 DA14 e cioè che sta accadendo in Russia a seguito dell’esplosione nella bassa atmosfera di un meteorite, che ha provocato un migliaio di feriti nella regioni ubicate nei pressi dei Monti Urali.

4 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti