L’adolescente costretta a sposare un cane randagio

Per porre fine ad un maleficio che pendeva su di lei, la giovane Mangli Munda è stata costretta a sposare un cane che dovrà accudire per i prossimi mesi.

di Simona Vitale 4 settembre 2014 16:24

Una ragazza adolescente ha sposato un cane durante un sontuoso matrimonio indiano davanti ad almeno 70 persone. La giovane Mangli Munda, 18 anni, ​​proveniente da una zona remota dell’India orientale, è stata costretta allo strano matrimonio per via delle dicerie degli anziani del villaggio  secondo cui sposando il cane avrebbe scongiurato un incantesimo malvagio. Un guru locale ha detto ai suoi genitori che la ragazza era sfortunata e che sposare un uomo avrebbe portato la distruzione della famiglia e della sua comunità. Il cane sconcertato, Sheru, è stato portato al matrimonio in una macchina con autista e accolto dai festaioli.

Mangli, che non mai andata a scuola, ha detto che non era felice di sposare un cane, ma ha insistito che contribuirà a cambiare le sue fortune. La sposa esitante ha detto: “Sto per sposare un cane, perché gli anziani del villaggio credono che il mio incantesimo malvagio sarà trasmesso al cane. Dopo aver fatto ciò, l’uomo che sposerò avrà una lunga vita.”

Il padre di Mangli Sri Amnmunda, d’accordo con il Guru, ha trovato un cane randagio di nome Sheru come sposo per sua figlia. Ha detto: “Gli anziani del villaggio ci ha detto che avremmo dovuto organizzare il matrimonio, non appena possibile. Abbiamo dovuto fare ciò in modo che il malefico incantesimo venisse distrutto.. E sposare un cane è l’unico modo per sbarazzarsi della sfortuna.”

Sorprendentemente, questa non è la prima volta che una ragazza locale ha sposato un cane nel villaggio. Sri ha aggiunto: “Molti matrimoni di questo tipo hanno avuto luogo nel nostro paese e anche negli altri villaggi vicini. Questa è un’usanza a cui crediamo davvero.”

Secondo le usanze del villaggio, il matrimonio non influenzerà la vita di Mangli, e lei sarà libera di sposarsi più tardi, senza divorziare dal cane.

“I miei paesani dicono che molte ragazze come me hanno seguito questo rituale e hanno deciso di eliminare i malefici, vivendo una vita felice adesso”, ha detto Mangli. “Sarò anche libera di sposare un uomo dei miei sogni dopo che il malefico incantesimo sarà finito.” Alla cerimonia di nozze, la gente ballava a suoni di tamburi tradizionali, mentre circa 70 parenti e abitanti dei villaggi locali hanno partecipato al matrimonio.

“A parte il fatto che lo sposo è un cane, abbiamo seguito tutte le abitudini. Rispettiamo il cane tanto quanto vorremmo rispettare un sposo normale”, ha detto la madre di Mangli Sembra Devi. “Abbiamo dovuto spendere soldi per questo matrimonio nello stesso modo come si farebbe in un matrimonio normale, ma questo è stato l’unico modo per sbarazzarsi della sfortuna e garantire la benevolenza del villaggio.”

Ora, con la cerimonia di matrimonio finito, Mangli dovrà prendersi cura del cane e lo accudirà come un animale domestico per i prossimi mesi.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti