Ivass, attenzione alle polizze abbinate con l’auto

Il vademecum dell’Ivass e le tutele per il consumatore che acquista l’auto.

di fabiana 17 agosto 2017 10:00
Patto di stabilità: potere d'acquisto ridotto per gli statali

Se state pensando di cambiare auto e si acquistarne una nuova, allora è meglio essere particolarmente accorti. A mettere in allerta i consumatori è l’Ivass in un recente report sulle polizze assicurative che vengono vendute abbinate dai concessionari auto ai finanziamenti per poter acquistare i veicoli in promozione delle case automobilistiche. 

L’Ivass offre una serie di consigli per il consumatore prima di accettare un’offerta commerciale per acquistare un veicolo a rate spiegando che sono in corso una serie di interventi nei confronti di operatori per poter rimuovere le “criticità riscontrate”.

Nel report figurano i rapporti societari tra case automobilistiche, enti erogatori dei finanziamenti e imprese assicurative che possono produrre situazioni di conflitto di interesse; elevati costi delle polizze per le alte commissioni riconosciute ai distributori, con picchi del 77%; tassi elevati di abbinamento delle polizze ai finanziamenti, con punte del 61% e 75% nel 2016 e indicatori di sinistralita’ molto contenuti.

Insomma il consiglio è di prestare particolare attenzione alle proposte di polizze assicurative a protezione del credito che vengono abbinate al finanziamento.

Il cliente ha la facoltà di poter scegliere se sottoscrivere le polizze assicurative abbinate al prestito e accettare o meno la proposta assicurativa che non è un obbligo. È possibile scegliere di stipulare una diversa polizza a protezione del pagamento del debito con un assicuratore di vostra fiducia che potrebbe anche offrire tariffe più convenienti.

Nel caso in cui sia voglia sottoscrivere la polizza abbinata al finanziamento è diritto del consumatore conoscere esattamente “caratteristiche, costi, natura ed estensione delle coperture, massimali, eventuali franchigie, scoperti” verificando che siano adeguate alle vostre esigenze anche confrontandole con altre proposte sul mercato.

E se si è deciso di sottoscrivere la polizza? Non tutto è perduto: anche dopo la firma è possibile poter recedere dal contratto generalmente entro i successivi 60 giorni.

È consigliabile chiedere al concessionario di fornire un dettaglio separato dei costi per l’acquisto del veicolo di quelli che derivano dall’operazione di finanziamento e di quelli connessi alla polizza assicurativa. Dopo aver avuto le informazioni necessarie, si può valutare se lo sconto sul prezzo del veicolo pubblicizzato dall’offerta promozionale è conveniente e se la polizza abbinata all’acquisto dell’auto offre effettivamente un risparmio reale.

photo credits | thinkstock

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti