Italiano mostra al mondo i gas del dopo Big Bang

Un astrofisico italiano ha collaborato alla ricerca che ha portato all'individuazione ed all'analisi di una nube di gas primordiale che ha permesso di confermare le teorie riguardanti il Big Bang.

di Vincenzo Avagnale 12 novembre 2011 17:15

La teoria scientifica sull’origine dell’universo più conosciuta dal grande pubblico è sicuramente quella del Big Bang, ossia della colossale “esplosione” di un superatomo primordiale da cui poi si sarebbe, e si sta tutt’ora, sviluppando il nostro universo. Pochi sanno però che all’inizio, secondo questa teoria dimostrata matematicamente si sarebbero formati prima gli elementi più leggeri come l’elio e l’idrogeno, mentre i metalli sarebbe scaturiti dalle colossali reazioni nucleari degli ammassi stellari derivanti dalle nebulose.

Adesso è stato possibile confermare questa dimostrazione matematica con un’osservazione condotta da telescopi terrestri ed in orbita su nubi di gas primordiale, formatesi solo pochi minuti dopo il Big Bang. La composizione del gas dimostra quindi la supposizione degli scienziati ed è stata osservata tramite complicate analisi dello spettro luminoso giunto fino alla terra dal remoto angolo dell’universo in cui il ricercatore italiano è riuscito ad individuarlo.

Il gas è stato trovato con una ricerca guidata da Michele Fumagalli, un astrofisico italiano che lavora nell’università della California, nei pressi della città di Santa Cruz. Tra le altre cose può essere divertente notare che se la scoperta è stata certamente plaudita dalla comunità scientifica internazionale e statunitense, non ha trovato troppo eco negli states. Questo non è tanto dovuto al fatto che è solo una conferma di un fatto già conosciuto, ma per via del fatto che contrasterebbe con un’annoso problema americano: il creazionismo.

Gli Stati Uniti sono infatti fra i pochi paesi al mondo, se si eccettuano le numerose teocrazie, che insegnano in molti dei suoi stati costituenti anche il creazionismo, con cui cozzerebbe nettamente lo studio di Fumagalli, dimostrando inequivocabilmente che l’universo non è stato creato 5000 anni fa’ come scritto nella bibbia. Proprio per le molte libertà gli Stati Uniti tendo ad essere patria delle opportunità, perché consente a chiunque abbia un’idea vincente di usarla per il successo personale, ma contemporaneamente permette l’esistenza anche di così bigotte concezioni, che finiscono perfino nelle scuole al fianco della vera scienza.

7 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti