Leonardo.it
IsayBlog

Il Big Ben cambierà nome

La conferma ufficiale è arrivata dalla Camera dei Comuni: la campana più grande della torre cambierà presto il suo storico nome.

di Elena Arrisico 27 giugno 2012 10:43
Big Ben

Il Big Ben, ben presto, cambierà nome in onore della regina Elisabetta II e dei suoi 60 anni di regno ininterrotto, festeggiati proprio quest’anno. Il celebre orologio del Palazzo di Westminster – l’House of Parliament di Londra – d’ora in poi, si chiamerà “Elisabeth Tower“.

La conferma della notizia è arrivata dalla Camera dei Comuni inglesi, che ha deciso di ribattezzare così la storica torre. La proposta pare sia giunta dal deputato conservatore Tobias Ellwood e che 40 dei suoi colleghi abbiano subito accolto con entusiasmo l’idea di omaggiare la regina Elisabetta, accettando la proposta.

Per essere esatti, “Big Ben” – uno dei simboli più famosi nel mondo della capitale britannica – è il nome della campana più grande – quella che pesa ben 13,5 tonnellate – in cima alla Clock Tower, nome reale dell’intera torre alta 96 metri. Ufficialmente, però, il nome della campana – la più grande delle cinque campane presenti nella torre – è, in realtà, “Great Bell“. Pare, infatti, che l’origine del nome “Big Ben” – con cui solitamente ci si riferisce all’intera torre – secondo una delle teorie, derivi da Sir Benjamin Hall, membro della Camera dei Comuni e supervisore dei lavori per la ricostruzione del Palazzo di Westminster. Una seconda teoria, invece, vuole che il nome derivi da Benjamin Caunt, campione dei pesi massimi di pugilato che combatté il suo ultimo match nel 1857.

Non è la prima volta, comunque, che parte della torre – dedicata a Santo Stefano e costruita in stile neogotico – sia dedicata ad un re del Regno Unito: già nel 1860, infatti, la torre occidentale – chiamata fino ad allora “Torre del Re” – venne rinominata “Torre Regina Vittoria“. La Camera dei Comuni ha anche reso noto che chiuderà un occhio, se continuerà comunque ad essere chiamata con il nome di “Big Ben“, anche dai britannici stessi. Sarà, infatti, difficile far morire un’abitudine così forte e radicata nel tempo.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti