Il 95% delle persone si lava le mani nel modo sbagliato

Ricercatori della Michigan State University hanno osservato il comportamento di 3.700 persone nei bagni pubblici, scoprendo inquietanti verità.

di Simona Vitale 12 giugno 2013 11:51

Lavare le mani fa parte della routine quotidiana – per la maggior parte di noi – ma secondo un nuovo studio, solo una manciata di persone sanno adeguatamente lavarle. Un gruppo di ricercatori della Michigan State University (letteralmente accampati in diversi bagni pubblici) hanno infatti stabilito che solo il 5% delle persone hanno adeguatamente lavato le loro mani abbastanza a lungo per uccidere germi e batteri che causano infezioni.

Mentre i funzionari della sanità spesso ricordano alle persone di assicurarsi di lavare la mani correttamente, le statistiche hanno comunque scioccato anche gli stessi autori dello studio.

Questi risultati sono stati sorprendenti per noi, perché la ricerca del passato ha suggerito che la corretta pulizia delle mani procede ad un ritmo molto più incalzante”, ha dichiarato il ricercatore Carl Borchgrevink, professore associato presso la Michigan State University a East Lansing.

Il lavaggio delle mani salva la vita, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Un adeguato lavaggio può ridurre il rischio di raffreddore e di influenza, prevenire la diffusione di malattie di origine alimentare e di altre infezioni che spesso si possono contrarre su navi da crociera e ospedali.

Il “modo giusto per lavarsi le mani” è quello di bagnare le mani con acqua corrente (calda o fredda) e applicare il sapone. Strofinare insieme fino ad ottenere un bel po’ di schiuma, facendo in modo da detergere anche il dorso delle mani, insaponarsi anche tra le dita e sotto le unghie. Il tutto per almeno 20 secondi. Il CDC raccomanda di cantare la canzone “Happy Birthday to you” per due volte e solo dopo sciaquare le mani con acqua corrente e asciugarle con un panno asciutto.

Per effettuare lo studio dodici i ricercatori si sono accampati sotto copertura nei bagni pubblici situati nella città universitaria. Hanno osservato più di 3.700 persone e hanno riscontrato che il 95% di esse lavava le mani in maniera completamente errata. Il 30% delle persone non ha usato il sapone, mentre il 10 % non le ha lavate affatto. Il tempo medio di lavaggio delle mani è stato di 6 secondi, molto al di sotto della durata consigliata del CDC.

Gli uomini mostrano un comportamento peggiore rispetto alle donne, hanno osservato i ricercatori. Il 15% degli uomini non si lava affatto, rispetto al 7% delle donne. Di quelli che hanno lavato le mani, solo il 50% degli uomini ha usato il sapone, rispetto al 79% delle donne.

Altri fattori possono aver contribuito a far raggiungere questi picchi: le persone erano più propensi a saltare il lavaggio delle mani, se il lavandino era sporco e avevano più probabilità di lavarle nella prima parte della giornata.

Lo studio è stato pubblicato nel numero di giugno del Journal of Environmental Health .

46 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti