I 5 testamenti più insoliti di sempre

Le ultime volontà, prima della morte, di alcune persone sono state alquanto bizzarre. Scopriamole insieme.

di Simona Vitale 11 ottobre 2013 14:53

Apparentemente normali in vita, alcune persone hanno deciso di farsi ricordare per sempre dopo la morte esprimendo delle bizzarre e insolite “ultime volontà”.

Scopriamo, dunque, insieme quelli che possono ben essere considerati alcuni dei testamenti più strani di sempre grazie a Oddee.com.

1. Angelo Pantoja: voleva stare in piedi al suo funerale

Angelo Pantoja

In un funerale celebrato in una casa a Puerto Rico, è stato utilizzato uno speciale trattamento di imbalsamazione per mantenere il corpo del 24enne Angelo Pantoja Medina in piedi per una veglia di tre giorni a casa di sua madre, a San Juan. Mentre indossava un berretto degli Yankees di New York e gli occhiali da sole, Pantoja è stato pianto dai parenti mentre era appoggiato in posizione verticale in salotto. “Angelo ha voluto essere felice, in piedi”, ha detto il fratello Carlos al giornale “El Nuevo Dia”. Il titolare del Marin Funeral Home, Damaris Marin, ha dichiarato all’Associated Press che la madre di Pantoja gli aveva chiesto di adempiere quello che erano le disposizioni del figlio qualora fosse morte. Pantoja è stato trovato morto sotto un ponte a San Juan e sepolto 3 giorni dopo.

2. Samuel Bratt: l’uomo che ha lasciato molti soldi a sua moglie a patto che fumasse dei sigari

sigaro

Samuel Bratt in vita ha dovuto patire il fatto che sua moglie non gli ha permesso di fumare i suoi sigari preferiti. Quando morì, nel 1960, l’amareggiato Bratt le ha restituito il favore. Le ha lasciato 330mila sterlinePer goderne, però, la donna ha dovuto fumare cinque sigari al giorno.

3. Jayla, 9 anni: voleva sposarsi prima di morire

Jayla Cooper

Ogni bambina sogna il giorno delle nozze, immaginandosi in un ampio e bellissimo abito bianco e, naturalmente, con l’uomo perfetto. Ma a soli 9 anni Jayla Cooper non aveva il tempo di aspettare l’uomo giusto. La ragazzina ha combattuto contro la leucemia per due anni. Jayla ha poi trovato uno sposo. Si tratta di quello che è stato il suo migliore amico Jose Griggs, un paziente dell’ospedale per bambini Medical Center di Dallas. Jayla e Jose si sono sposati, realizzando così l’ultimo desiderio della piccola: sposarsi in un matrimonio bellissimo, circondato da familiari e amici. Dai fiori alla sala del banchetto, tante sono state le donazioni per permettere alla ragazzina di vivere un giorno perfetto.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!