Guida, i comportamenti più pericolosi

Mangiare, rifarsi il trucco, parlare al cellulare e naturalmente inviare sms: sono solo alcuni dei comportamenti più pericolosi che andrebbero assolutamente evitati alla guida.

di fabiana 11 luglio 2017 9:00
guida, comportamenti pericolosi

Lo studio condotto nel 2016 dai ricercatori della Virginia Tech Transportation Institute e pubblicato sulla rivista Pnas, ha osservato per oltre un anno il comportamento al volante di oltre 3.500 volontari per una percorrenza totale di circa 56 milioni di chilometri.

Avere assunto alcol o droghe, guidare in modo aggressivo e superare i limiti di velocità sono stati i comportamenti più a rischio degli automobilisti, ma è anche vero che ci sono molti altri comportamenti (apparentemente innocui) che possono causare incidenti. Ecco la lista stilata dalla classifica. 

Assunzione di alcol e droghe chiaramente resta il comportamento più pericoloso in grado ai alterare le funzioni del cervello aumentando di ben 36 volte il rischio di incidente visto che tende a far diminuire la capacità di reazione diminuendo la concentrazione, tende a far diminuire la visibilità e aumenta il rischio di restare abbagliati dalle luci. E guidare dopo l’assunzione di droghe (cocaina, cannabis, oppiacei, acidi, anfetamine e via dicendo) è altrettanto pericoloso visto che gli effetti possono essere altrettanto pericolosi e potrebbe esserci la sopravvalutazione delle proprie capacità,

Guida aggressiva: aumenta fino a 35 volte il rischio di incidenti e vede  il guidatore affrontare le curve in velocità, passare col giallo o attaccarsi alla macchina davanti. Guidano in modo più aggressivo gli uomini che non le donne, i giovani, chi è in ritardo o stressato.

Eccesso di velocità: aumenta fino a 13 volte il rischio di un sinistro, non consente di padroneggiare situazioni di pericolo e inoltre non ci fa guadagnare tempo.

Telefonare: aumenta a 12 volte il rischio di fare incidenti nel momento in cui siamo distratti dal digitare un numero sullo smartphone

Leggere o scrivere: meglio evitare  di leggere o scrivere anche quando fermi al semaforo. Aumenta di 10 volte il rischio di fare incidenti per un attimo di distrazione.

Stati emotivi: stati emotivi in qualche modo alterati (rabbia, agitazione, pianto) possono aumentare di 9,8 volte la possibilità di fare un incidente.

Cercare un oggetto: cercare un oggetto quando sia guida aumenta di 9 volte il rischio di incidente.

Scrivere un messaggio sul cellulare: scrivere sms mentre si guida aumenta di 6 volte il rischio di incidenti.

Essere stanchi: guidare stanchi minaccia la sicurezza. Meglio evitare di guidare anche dopo un pranzo lauto con la digestione che rallenta la concentrazione.

Sistemare il climatizzatore: anche regolare il climatizzatore, gli specchietti o i finestrini può aumentare di 2,3 volte il rischio di incidenti.

Chiacchierare al cellulare: può aumentare la possibilità di incidenti di 2,2 volte se siamo troppo presi dalla conversazione.

Sistemare la radio: cercare la stagione radio preferita, impostare il navigatore aumenta il rischio di di incidenti di 1,9 volte.

Mangiare: pericoloso anche mangiare in auto o bere. Il rischio di incidenti sale di 1,8 volte.

Truccarsi: meglio non ritoccarsi il make up in mezzo al traffico visto che il rischio di aumento degli incidenti è pari a 1,4 volte.

Ballare sul sedile: lo fanno soprattutto i giovani, ma anche questo aumenta  il rischio di incidente.

C’è una sola attività che sembra ridurre il rischio di incidente: è quella di interagire con il proprio bambino seduto sul seggiolino forse perché siamo particolarmente attenti a lui e al suo benessere.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti