Furto del secolo all’aeroporto di Bruxelles

Fortunatamente non sono stati registrati né feriti né ostacoli per il viaggio del velivolo diretto a Zurigo.

di Simona Vitale 20 febbraio 2013 10:28

Può essere davvero considerato il furto del secolo quello che ha avuto luogo all‘aeroporto di Bruxelles Zaventem, in Belgio, dove un furgone portavalori della Brink è stato preso d’assalto da 8 malviventi muniti di armi automatiche e visori laser. I vigilantes stavano caricando 10 chili di diamanti, portati via dai banditi, per un valore che, secondo alcuna media locali, si aggira intorno ai 350 milioni di euro. I diamanti erano destinati a raggiungere la Svizzera a bordo di un aereo della compagnia elvetica Swiss.

Come ricostruito dalla società aeroportuale, i malviventi hanno fatto irruzione a bordo della pista con due veicoli (un furgone mercedes e una falsa vettura della polizia belga), dopo aver tagliato la recinzione sul lato ovest dell’aeroporto, a pochi passi dal raccordo anulare della capitale belga. Fortunatamente, nel corso del clamoroso furto, non sono stati sparati colpi né sono stati registrati feriti, mentre uno dei veicoli utilizzati per portare via i diamanti, è stato trovato abbandonato poco lontano dall’aeroporto.

L’azione è stata rapidissima, essendo durata solo 3 minuti nel corso dei quali i malviventi si sono subito diretti subito verso l’aereo della Swiss con a bordo i passeggeri e in procinto di decollare per Zurigo. I vigilantes erano pronti già a caricare l’aeromobile con le casseforti contenenti i diamanti e non hanno opposto resistenza. Come ci racconta Il Mattino, nessuna conseguenza né per i passeggeri né per il traffico aereo.

Oltre 300 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti